sabato 6 dicembre 2008

RADICALMENTE


Il sindaco di Firenze e presidente nazionale dell'ANCI, Leonardo Domenici, si è incatenato questa mattina davanti alla sede di Repubblica, a Roma, per protestare contro la campagna di stampa sulla questione morale apertasi dentro il PD fiorentino per l'affaire Castello-Ligresti-Fondiaria-Della Valle. Benvenuto Leo!

ANAGRAFE PUBBLICA DEGLI ELETTI


Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa della lista civica "Taiti per Prato" e dell'associazione radicale Liber@MentePrato per presentare la proposta di delibera comunale sull'istituzione dell'Anagrafe Pubblica degli Eletti (e dei nominati)-A.P.E..

La delibera dovrebbe essere adottata nel corso della riunione del Consiglio Comunale di Giovedì 18 dicembre pv.

Erano presenti: Bruno Mellano, presidente di Radicali Italiani, Massimo Taiti, capogruppo di "Taiti per Prato" e Vittorio Giugni, segretario di Liber@MentePrato.

E' stata colta l'occasione anche per confermare la presenza alle amministrative di giugno 2009 di una lista civica, democratica, socialista, radicale, liberale e laica che cercherà un accordo di coalizione con il PD ovvero presenterà un proprio candidato sindaco indipendente.
TVPRATO-telegiornale del 6.12.2008-http://www.tvprato.com/video/tg6.html

MEMORIA


In tutta Italia solo 16 insegnanti universitari (su oltre milleduecento!) rifiutarono di prestare il giuramento di fedeltà al fascismo perdendo così la cattedra. Gli vogliamo ricordare:

Ernesto Buonaiuti (storia del cristianesimo)Giuseppe Antonio Borgese (estetica)Aldo Capitini (filosofia)Mario Carrara (antropologia criminale)Antonio De Viti De Marco (scienza delle finanze)Gaetano De Sanctis (storia antica)Giorgio Errera (chimica)Giorgio Levi Della Vida (lingue semitiche)Piero Martinetti (filosofia)Fabio Luzzatto (diritto civile)Bartolo Nigrisoli (chirurgia)Errico Presutti (diritto amministrativo)Francesco Ruffini (diritto ecclesiastico)Edoardo Ruffini Avondo (storia del diritto)Lionello Venturi (storia dell'arte)Vito Volterra (fisica matematica)
Fecero il loro rifiuto senza clamore! Come la cosa più naturale che gli dettava la loro coscienza. Anche loro tenevano famiglia......... Ma, presagendo la tragedia che s'approssimava sull'Italia, l'Europa ed il Mondo, ritennero loro primo dovere farlo! Non fanno parte, naturalmente, del Pantheon ufficiale della Resistenza. Ma erano e restano dei giusti. Ricordiamoli.

venerdì 5 dicembre 2008

VIGILI URBANI


Maurizio Bettazzi, consigliere comunale di Alleanza Nazionale-PdL al Comune di Prato, ha presentato un'interrogazione su organico, attrezzature e costi inerenti al Corpo della Polizia Municipale:

«A seguito di varie informazioni che mi sono pervenute in merito alla gestione del Corpo di Polizia Municipale chiedo di sapere:

1) Se corrisponde al vero che su una dotazione organica di ca. 180 componenti, di questi soltanto ca. 60 sarebbero adibiti al servizio stradale (viabilisti) mentre i rimanenti ca. 120 sarebbero addetti a mansioni d’ufficio;

2) Se corrisponde al vero che per quanto attiene i turni notturni gli stessi risultino coperti soltanto alcuni giorni la settimana da ufficiali (commissari) per ciò che riguarda il 4° turno (19,30-01,30) mentre fino alla mattina la presenza sarebbe garantita unicamente mediante reperibilità;

3) Se corrisponde al vero che la cella di sicurezza presente presso il comando sia realizzata in cartongesso con porta in alluminio e che non sarebbe realizzata a norma di legge;

4) Se corrisponde al vero che il c.d. ‘progetto cani’ preveda una spesa complessiva di €. 100.000 ca. (dei quali ca. €. 60.000 già pagati) ma che venga adottato senza alcuna specificità antidroga affidando i cani ad agenti non specializzati e che presso il comando non sia disponibile alcuna strumentazione per il controllo delle sostanze stupefacenti;

5) Se corrisponde al vero che l’Amministrazione Comunale starebbe preparando un bando di concorso interno per stabilizzare l’attuale Comandante». (da Pratoblog.it)

APPUNTAMENTI




Concerto del 7 dicembre 2008 ore 21,15 chiesa di Narnali






150 anni fa, nella notte tra il 22 e il 23 dicembre 1858, nasceva, a Lucca, Giacomo Puccini.Il favore che il pubblico ha sempre riservato e tutt´ora riserva ai suoi lavori lo rendono uno dei più popolari e amati compositori d´opera di tutti i tempi.Per ricordare degnamente la figura di questo genio del teatro musicale l´Associazione Amici della Musica Pratolirica e l´Associazione Culturale Narnalinsieme organizzano un concerto dedicato al grande compositore, nella Chiesa di Maria Assunta a Narnali (situata nella Circoscrizione Prato Ovest) il 7 dicembre alle 21.Nella prima parte del concerto avremo modo di conoscere l´ambiente musicale nel quale Puccini nacque, si formò, acquisì il mestiere e dette vita ai suoi capolavori, mentre nel secondo tempo potremo ascoltare alcune delle più celebri pagine dell´artista lucchese.

ETRUSCHI


Si è tenuta stamattina, nella sala Fattori della CGIL di Prato, la conferenza stampa di presentazione del documento su Gonfienti, Calvana ed Etruschi elaborato per iniziativa dell'ARCI e di altre associazioni culturali ed ambientali.

Erano presenti:


Leandro INNOCENTI, segretario confederale GCIL
Paolo BIANCHI, presidente Arci Prato
Paola DONATUCCI e Luigi RIVIERI, Arci Prato
Paolo BALESTRI, Legambiente Prato
Oliviero GIORGI, presidente dell'associazione culturale Narnali Insieme
Monia FALTONI ed Enrico BIANCHI, Narnali Insieme
Vittorio GIUGNI, Comitato Nazionale del Paesaggio Prato

Erano assenti giustificati i responsabili del WWF e di ITALIA NOSTRA Prato.
E' stata data informazione alla stampa delle azioni che il gruppo di lavoro intraprenderà nelle prossime settimane e mesi per ottenere la giusta attenzione ed il corretto rispetto dell'area archeologica etrusca di Gonfienti, delle emergenze archeologiche della Calvana anche in realazione ad un ipotizzato parco archoelogico tematico provinciale.

Nelle prossime settimane ci saranno incontri a livello istituzionale con i sindaci di Prato e Carmignano, i presidenti della Provincia, dell'Interporto e della Circoscrizione Prato Est.

APPUNTAMENTI


La Lista Civica “Taiti per Prato” e l’Associazione Radicale Liber@MentePrato organizzano per SABATO 6 dicembre 2008, ore 12, presso la saletta ex matrimoni di Palazzo Comunale in Piazza del Comune 1 una conferenza stampa per illustrare la delibera sulla trasparenza e la partecipazione (Anagrafe Pubblica degli Eletti - A.P.E.) che si prevede sarà adottata nella seduta del Consiglio Comunale di giovedì 11 dicembre. Inoltre sarà l’occasione per fare un punto sulle prossime elezioni amministrative.
Saranno presenti:
Bruno MELLANO, presidente di Radicali Italiani
Massimo TAITI, capogruppo in Comune della lista “Taiti per Prato”
Vittorio GIUGNI, segretario Associazione Radicale Liber@MentePrato

MANCINO?

Il vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura Nicola Mancino smentisce qualsiasi contatto personale con tale Antonio Saladino, uomo di punta di Comunione e Liberazione e della "Compagnia delle Opere" (braccio commercial-affaristico di CL), coinvolto in inchieste calabresi di mazzette, appalti e corruzione.
Sostiene Mancino che la telefonata a Saladino (intercettata dalla magistratura) partita dal suo studio a Palazzo dei Marescialli (sede del CSM) fu fatta da un suo ex collaboratore.

E, per tagliare la testa al toro, mostra una lettera firmata dal suo ex collaboratore che dichiara di essere stato lui a contattare Saladino! Mancino è uomo d'onore e di saldi principi e non abbiamo nessuna difficoltà a credergli! Noi! Salvo chiedergli il motivo per il quale un suo collaboratore avrebbe dovuto contattare, proprio dal suo ufficio e dal suo telefono fisso e dal CSM, un tizio di non propria specchiata reputazione!

Se l'inchiesta fosse affidata al Tenente Colombo ne potremmo vedere, forse, delle belle!

giovedì 4 dicembre 2008

DIRITTI UMANI


Perduca: Commissione farà emergere violazioni

Il rispetto per i diritti umani passa attraverso la pratica dello Stato di diritto, tanto a livello nazionale quanto internazionale. Proibizioni, discriminazioni e ideologie restano oggi i piu' potenti ostacoli al godimento delle liberte individuali'. Lo dice il senatore radicale eletto nelle liste del Pd Marco Perduca, neoeletto segretario della commissione parlamentare per i diritti umani. 'I lavori della Commissione - ha aggiunto Perduca - cercheranno di fare emergere realta' di oppressioni e sistematiche violazioni in tutti i continenti, senza escludere l'Italia'.

Roma, 4 dicembre 2008
• Da una nota d’agenzia letta a Radio Radicale

OSPEDALE E SPOT





















Comitato Nazionale del Paesaggio
Associazione per la tutela dei beni ambientali e del paesaggio- Prato


L’Ospedale di Prato ha il suo ingresso principale all’interno delle Mura medievali.
Che è un contesto di pregiato valore storico, architettonico e paesaggistico.
E’ stupefacente che, proprio a ridosso dell’ingresso del presidio sanitario pratese e dunque a ridosso delle Mura, la ASL 4 abbia ritenuto opportuno autorizzare la posa in opera di cartelloni pubblicitari, installati su supporti da tangenziale, nei punti di maggior flusso di cittadini.
Stendendo un velo pietoso sulla qualità dei cartelloni, segnaliamo che sono pubblicizzate carrozzerie, rivendite di auto-moto-minimoto, ottici, gommisti!!!
Dulcis in fundo proprio davanti alla porta d’accesso al nosocomio fa bella mostra di sè la pubblicità del CENTRO DI AIUTO ALLA VITA. La pubblicità invita le donne in difficoltà a rivolgersi al CAV!
Non ci pare una pubblicità opportuna (anche se del tutto legittima…) tenendo presente che al nostro ospedale si rivolgono anche donne che (altrettanto legittimamente..) sono costrette a ricorrere alla interruzione volontaria della gravidanza! Come si potranno sentire passando davanti alla pubblicità (vagamente colpevolista…) del CAV? Era proprio il caso di consentirla?

MAGISTRATI versus MAGISTRATI




Le ultimissime notizie sul fronte della giustizia italiana sono davvero sconfortanti:

la Procura della Repubblica di Salerno indaga sulla Procura della Repubblica di Catanzaro e, nel frattempo,

la Procura della Repubblica di Catanzaro ha avviato controindagini sui colleghi di Salerno;

il CSM indaga su tutte e due le Procure!!

TUTTI DI BANDA!


Ed anche oggi (come tutti i giorni..) deputati e senatori sono stati "sorpresi" dai presidenti delle rispettive assemblee intenti a votare anche per colleghi assenti dalle aule!

E' una delle più alte forme di delinquenza! Perchè non si limita a sottrarre qualcosa ovvero a far del male a qualcuno! Il comportamento dei cosiddetti "pianisti" si configura come un furto di legalità, di diritto, di giustizia, di verità. Con il loro comportamento questi signori determinano l'approvazione o la bocciatura di Leggi o parti di esse che i cittadini sono chiamati, ovviamente, a rispettare ed onorare. Con il loro comportamento i nostri "rappresentanti", che dovrebbero svolgere il loro alto mandato di legislatori in favore del Paese e dei suoi cittadini, in realtà si comportano come volgari truffatori. Che insegnamento possono trarne i cittadini....Che insegnamento ne trarranno i giovani. Fino a quando sarà loro concessa l'immunità e l'impunità di cui fino ad ora godono?

VILLARI ED IL PARTITO DEMOCRATICO



Bonino: i radicali voteranno contro l'espulsione di Villari dal gruppo PD al Senato

• da una nota di agenzia letta a Radio Radicale

Al momento di votare sull’espulsione di Riccardo Villari dal gruppo, i senatori radicali eletti nelle liste del Pd diranno “no”: è quanto ha anticipato la vicepresidente di Palazzo Madama, Emma Bonino, a margine di un incontro con alcuni studenti alla Libreria del Senato, ai cronisti che le chiedevano cosa farà giovedì quando è convocata l’assemblea del Pd per decidere sul provvedimento di esclusione preso dal direttivo del Pd al Senato contro Villari. Bonino ricorda che “già durante il direttivo noi ci eravamo espressi in modo contrario, perché non pensiamo che i problemi politici si risolvono per via disciplinare”. “Quindi – aggiunge - anche giovedì i radicali voteranno contro”.Bonino ha ribadito il suo convincimento che la decisione di espellere Villari dal gruppo del PD “sia stato un errore”. Quanto alla permanenza del senatore a capo della Vigilanza Rai ribadisce: “La Vigilanza è un organo a rilevanza costituzionale che deve esistere e funzionare, a noi interessa che la commissione ci sia e che lavori”.

CIUCCHI RINCORSO!



Prato, 3 dicembre 2008 - Riceviamo una nota da Pieraldo Ciucchi, segretario Regionale del Partito Socialista, più volte "tirato in ballo" e "contestato" da esponenti pratesi dello stesso Partito ed in particolare da Giampiero Delfine e Paolo Calamai, componenti dell'Assemblea Nazionale Socialista.«Vengo rincorso da telefonate che asseriscono una mia prossima venuta a Prato per incontrare significativamente due compagni che evidentemente non rientrano nelle "corde" e nel programma di coloro che, artatamente, hanno interesse a diffondere notizie false e tendenziose. Probabilmente si tratta degli stessi che ritenendosi l’ombelico del mondo pensano di poter sostanziare la loro insignificanza spargendo divisioni e veleni.Per quanto mi riguarda continuo a non avere in programma alcuna visita nella città di Prato; il mio interlocutore rimane il Segretario di Federazione così come lo è stato nel corso di questi mesi. Le decisioni politiche saranno assunte al momento opportuno dagli organismi locali preposti auspicabilmente nella linea del deliberato nazionale e regionale del Partito. Sarà l’occasione per chiarire fino in fondo chi sta con chi.». (da pratoblog.it)

MORAL QUESTION


Dopo l'autorevolissimo intervento del presidente Napolitano e quello autorevole di Gustavo Zagrebelsky, oggi si aggiunge anche l'ex presidente Scalfaro ad intervenire sulla questione morale che si è aperta all'interno del PD.

Napoli e Campania, Abruzzo, Genova e Liguria, Firenze e Toscana, appaiono oramai la punta di un iceberg dietro la quale si intravedono guai ancora più seri per il maggior partito dell'opposizione. In parallelo, ma con minor ricaduta mediatica, accumula problemi anche la creatura di Di Pietro (intesa sia come Italia dei Valori sia come il figlio Cristiano....).

Cade il mito della presunta "diversità" della sinistra e, come dice un consigliere comunale di Firenze, sono "tutti di banda"?

PDL: PRIMARIE A PRATO




Mentre all'interno e nei dintorni del PD infuriano le "primarie" (di partito, di coalizione?) per la scelta dei candidati a Sindaco e Presidente della Provincia di Prato, dal PDL nessuna novità ufficiale. A parte la solita candidatura "azzurrodonna" di Rita Pieri a sindachessa di Prato!
Il motivo pare evidente: le scelte dei candidati del PDL non si fanno a Prato ma a... Firenze.
Saranno infatti i plenipotenziari toscani di FI ed AN, Verdini e Matteoli, a scegliere i candidati per Prato. Con il bilancino del farmacista, attento agli equilibri regionali tra i due partiti. E, dunque, se Firenze avrà un candidato sindaco di FI, Prato, seconda cità della Toscana, ne dovrà avere uno di AN. O viceversa! Le scelte si dimostreranno infelici come avvenuto nel 2004? (Valentino a Firenze, che si dimise addirittura da FI per aderire ai Verdi; Bernocchi a Prato, finito direttamente a "Chi l'ha visto" più...): e chi se ne frega!
Paiono leggende metropolitane quelle che riferiscono che il PDL pratese aspetterebbe la scelta del PD per contrapporre un proprio candidato.

ETRUSCHI?


Indiscrezioni, al momento non verificate, parlano di un nuovo ritrovamento di resti etruschi nei pressi della Chiesa della Sacra Famiglia di fronte a Ponte Petrino.

Durante gli scavi per nuovi locali della parrocchia gli operai si sarebbero imbattuti in evidenti tracce di costruzioni risalenti ad epoca etrusca. I lavori sarebbero stati sospesi e l'area interessata sarebbe già stata visitata da ispettori della Soprintendenza che l'avrebbero fatta immediatamente recintare in atesa di indagini più approfondite per comprenderne la natura.

Naturalmente la possibilità che si tratti effettivamente di reperti etruschi non è affatto remota in considerazione dell'estrema vicinanza del sito a Gonfienti e dunque alla grande città etrusca sul Bisenzio.

mercoledì 3 dicembre 2008

VATICANO, OMOSEX: NIENTE OTTOPERMILLE


Dichiarazione di Marco Perduca, senatore radicale-PD e Alessandro Capriccioli, membro del Comitato Nazionale di Radicali Italiani

Dopo la mancata adesione alla campagna ONU di depenalizzazione dell'omosessualità, motivata dalla pretesa esigenza di non discriminare gli stati che discriminano i gay, il Vaticano rifiuta di firmare anche la convenzione sui Diritti dei Disabili, adducendo i riferimenti alla salute riproduttiva contenuti nel documento.

Le due pronunce negano il sostegno a categorie di persone a forte rischio di discriminazione, sulla scorta di motivazioni solo apparentemente legate al magistero della Chiesa, ma in realtà di carattere squisitamente politico, col risultato di offrire sostegno ai paesi in cui l'omosessualità viene perseguita penalmente fino alla pena di morte, e di negare il riconoscimento di diritti fondamentali alle persone con disabilità.

Di fronte a una simile progressione, l'obiettivo non può non essere quello di negare il contributo dei cittadini italiani a un'istituzione tutta protesa in una spinta integralista che crea discriminazioni e nega i diritti fondamentali degli individui: invitiamo tutti i contribuenti, a partire dalla prossima dichiarazione dei redditi, a destinare il proprio 8 per mille a soggetti diversi dalla Chiesa Cattolica, per non finanziare ancora chi si batte quotidianamente contro l'autodeterminazione degli individui e la loro libertà di scelta.

SKY: BERLUSCONI AVEVA RAGIONE (O NO?)


La Unione Europea ha praticamente dato ragione a Berlusconi ed a Tremonti.

L'IVA sulle televisioni andava armonizzata! E, dunque, o Berlusconi procedeva a dimezzare la tassa sulla sua Mediaset ovvero doveva, per forza d'Europa, raddoppiarla a SKY!

Sgomenta che tutta la sinistra d'opposizione, ed in particolare il PD, sia andato a cacciarsi in una polemica evidentemente fuori luogo. E che dire dell'ex ministro Bersani, che passa per essere una delle principali "teste d'uovo" del PD, che è stato smentito dal suo stesso ex presidente del Consiglio Prodi. Non sarà mica che la difesa a spada tratta di SKY non fosse mirata tanto alla difesa degli abbonati (ricchi e non) ma a ingraziarsi Murdoch per l'ospitalità che garantisce a YOUDEMTV e REDTV?

INTERPORTO


INTERROGAZIONE


Premesso che:


l'area fino ad ora urbanizzata per la realizzazione dell'Interporto della Toscana Centrale in Gonfienti ha praticamente inglobato anche una palazzina di civile abitazione venutasi a trovare davanti all'ingresso della struttura e circondata dalla viabilità d'accesso all'Interporto;


la situazione che si è venuta a creare è causa di evidentissimi problemi per le famiglie che abitano le civili abitazioni interessate;il continuo passaggio dei TIR significa infatti rumori intollerabili, fumi di scarico ecc. anche perchè i veicoli devono sostare davanti all'ingresso in attesa del turno per entrare nell'area di carico-scarico dell'Interporto;


la situazione pare destinata in futuro ad un ulteriore aggravamento in previsione dell'espansione verso Campi Bisenzio dell'area interportuale;


la società Interporto, tra l'altro, non è stata in grado di realizzare strutture (alberature, siepi, barriere antirumore ecc.)che fossero capaci di mitigare i disagi delle famiglie che abitano all'ingresso dell'area;


risulta, infine, che i cittadini residenti abbiano fatto presente più volte a tutte le autorità competenti (Interporto e Comune di Prato quanto meno) la loro assurda situazione abitativa;


e che, più volte, la risposta sia stata l'unica immaginabile al momento: ovvero l'acquisto della palazzina da parte della società Interporto ed il trasferimento in altra zona delle famiglie residenti;

Tutto ciò premesso chiede di conoscere:


1.. Quale siano, ad oggi, gli atti che A.C. ed Interporto hanno messo in atto per almeno mitigare i fortissimi disagi dei residenti nell'area dell'Interporto;


2.. Quali siano i motivi per cui, fino ad ora, non sia stato possibile alla società Interporto procedere all'acquisizione della palazzina in questione;


3.. Quali siano gli impegni immediati che l'A.C. vorrà prendere per risolvere il caso increscioso della impossibile convivenza tra Interporto ed abitazioni.

Prato, lì 03.12.2008

Avv. Massimo Taiti
Lista Civica Taiti per Prato

PRIMARIE PD: AVANTI UN ALTRO.....


Eccone altri due! Dopo Carlesi scende in campo per la candidatura a Sindaco Giuseppe GREGORI, assessore in carica, ex segretario della CGIL pratese. Sul fronte della Provincia si affaccia a contendere la candidatura a Panerati la segretaria cittadina della CISL Gabriella MELIGHETTI. Avanti c'è posto.............

martedì 2 dicembre 2008

ANDREA MARTINELLI


IL FILOSOFO

ASSINISTRA!




L'associazione Per la Sinistra organizza per il giorno GIOVEDI' 04 DICEMBRE 2008, 21,15 c/o il CENTRO VENTRONE via delle Gardenie 15 a S.Giusto l'incontro-dibattito dal titolo:
"IL DESTINO DELLA CITTA' E LA PARTECIPAZIONE TRADITA"
Per tornare a dire qualcosa di sinistra sul tema dell'urbanistica, tra bisogni reali della gente e gli interessi di pochi.

TUTTI DI BANDA!


Il Consiglio Comunale di Firenze ha bocciato ieri il Piano Strutturale di Castello. Il PD è rimasto solo a difendere il progetto Fondiaria-Ligresti-Della Valle.


Falciani (PS), rivolto a maggioranza e opposizione "Siete tutti di banda";



APPUNTAMENTI




La Lista Civica “Taiti per Prato” e l’Associazione Radicale Liber@MentePrato organizzano per SABATO 6 dicembre 2008, ore 12, presso la saletta ex matrimoni di Palazzo Comunale in Piazza del Comune 1 una conferenza stampa per illustrare la delibera sulla trasparenza e la partecipazione (Anagrafe Pubblica degli Eletti - A.P.E.) che si prevede sarà adottata nella seduta del Consiglio Comunale di giovedì 11 dicembre.Inoltre sarà l’occasione per fare il punto sulle prossime elezioni amministrative.Saranno presenti:


Bruno MELLANO, presidente di Radicali Italiani


Massimo TAITI, capogruppo in Comune della lista “Taiti per Prato”


Vittorio GIUGNI, segretario Associazione Radicale Liber@MentePrato

STRANIERI


La notizia è ghiotta! Al congresso provinciale pratese dell'Italia dei Valori NON hanno potuto esprimere il loro voto circa 80 stranieri regolarmente tesserati dalla "corrente" dell'assessore al personale del Comune di Prato, Andrea Breschi. Nonostante avessero acquistato la tessera del partito di Di Pietro! Le domande sorgono spontanee: a quali "valori" farà riferimento l'IdV? Ed ancora: quale sarà stato per 80 cittadini stranieri la profonda ragione che li ha mossi a tesserarsi (ed a spendere) per l'IdV a Prato? Ed ancora: e perchè tutti quanti nella "corrente" dell'assessore Breschi?

lunedì 1 dicembre 2008

L'AZZECCA CONSENSI



Di Pietro, “campione” Berlusconi. I sondaggi (ignorati) danno ragione ai radicali

di Valter Vecellio

“Tonino l’azzecca consensi” è il titolo di un lungo articolo di Riccardo Barenghi su “La Stampa” del 29 novembre. Si parte dai risultati di alcuni sondaggi: “Alle elezioni del 2006 aveva ottenuto solo il 2,2 per cento dei voti, due anni dopo ha raddoppiato prendendosi il 4,4. E adesso secondo i sondaggi ovviamente, avrebbe raddoppiato di nuovo: c’è chi gli attribuisce il 7,8 per cento come l’istituto IPR o chi, come l’IPSOS di Nando Pagnoncelli lo accredita addirittura del 9,2 per cento: ed è così da un mese e mezzo, quel partito si è ormai piazzato stabilmente al nove per cento. Quel partito si chiama Italia dei Valori, altrimenti detto Antonio Di Pietro, ed è il nuovo fenomeno della politica italiana”.

Da dove viene questo consenso? “La maggior parte degli elettori che hanno scelto o sceglieranno Di Pietro proviene dal centrosinistra, PD, Rifondazione Comunista, Verdi, eccetera…”. Di Pietro “si espande a macchia d’olio”, annota Barenghi, che raccoglie anche alcuni pareri. Livia Turco, per esempio: “Lui usa un linguaggio diretto, che le persone capiscono al volo. Si presenta come uno di loro, che conosce i loro problemi. Vogliamo dire che è un populista? Sì lo è, ma risulta simpatico ed efficace. Parla di operai, di lavoratori dell’Alitalia, di gente normale”. Che è come dire: “noi del PD, no: non siamo diretti, non siamo capiti, non veniamo percepiti come “uno di loro”, non sconosciamo i loro problemi, non siamo simpatici ed efficaci. Non parliamo di “gente normale”. “Noi siamo troppo politicisti, la gente non ci capisce”, conclude Livia Turco; sarebbe meglio dire che non è la gente a non capire; sono i tanti del PD come Livia Turco che non si sanno spiegare, ma non è questo il punto.

Sentite ora l’analisi del segretario di Rifondazione Paolo Ferrero: “In politica i vuoti si riempiono sempre. E oggi sia il PD che noi siamo un vuoto. Nell’opposizione e nella proposta”. E conclude che Di Pietro “ormai è l’unica opposizione in Parlamento e nel Paese…”. In estrema sintesi: linguaggio popolare, simpatia e furbizia: così Di Pietro ha quintuplicato la sua forza…

Ci si permette di credere che ci sia anche altro libertà di congiuntivo, ammiccamenti, gargarismi e furbetterie. E’ una storia che si rinnova. Se Di Pietro è ormai una presenza costante e martellante nei notiziari e nei programmi televisivi, pubblici e privati che siano, significa che Silvio Berlusconi, ancora una volta è stato lasciato libero di scegliersi i suoi avversari. Così Di Pietro assolve a una precisa funzione: sottrarre voti al PD erodere consenso e diventare la calamita dello scontento del e intorno al PD. Complice la miopia politica del PD, Berlusconi promuove Di Pietro a suo avversario, lo legittima; come ieri ha promosso e legittimato Fausto Bertinotti, poi Oliviero Diliberto; ora la partita si gioca con l’IdV…L’avversario del mio avversario è mio alleato, deve aver pensato Berlusconi; Di Pietro infatti è un “qualcosa” che va tutto a suo vantaggio, così si può riassumere la situazione dicendo che il miglior alleato di Berlusconi + Di Pietro, e il miglior alleato di Di Pietro è il PD, con la sua masochistica politica…

Non ci sono solo i sondaggi che diagnosticano un successo travolgente di Di Pietro. Ce ne sono anche altri i cui risultati sembrano non interessare nessuno. Uno di qualche giorno fa, compiuto da “Donna moderna”: dice che l’81 per cento degli italiani preferirebbe morire piuttosto che essere tenuto in vita qualora si trovasse nelle condizioni di Eluana Englaro. “Vanity Fair”pubblica risultati altrettanto clamorosi:

Dopo la sentenza della Cassazione sul caso di Eluana Englaro, la chiesa ha ribadito il suo NO a ogni ipotesi di interruzione della vita. Lei è d’accordo? 57 per cento risponde NO.

Non solo. Si chiede quanto si condivida la posizione della chiesa su altre questioni:

No all’aborto. Il 53 per cento non condivide.
Obbligo di celibato dei preti. Il 50 per cento non condivide.
Il divieto di sacerdozio femminile. Il 58 per cento non condivide.
No al divorzio. Il 62 per cento non condivide.
No alla ricerca sulle cellule staminali. Il 61 per cento non condivide.
No agli anticoncezionali. Il 71 per cento non condivide.
Condanna dell’omosessualità. Il 70 per cento non condivide.

I risultati del sondaggio certificano insomma che i radicali sono in sintonia con la maggioranza (a volte schiacciante) dell’opinione pubblica. Eppure – anzi, proprio per questo – non hanno diritto di esprimersi, viene negata loro “visibilità”, sono negati e cancellati. Per dieci apparizioni televisive di Di Pietro, ce n’è, quando va bene, una di Marco Pannella o di Emma Bonino; e siccome i “segnali” si colgono e si interpretano, qualcuno sa spiegare perché “l’Unità” in minigonna, quella di Concita de Gregorio qualche giorno fa ha ritenuto di dedicare due o tre pagine a un’intervista-forum a Di Pietro, e non altrettanto viene fatto con un dirigente radicale?


(da Notizie Radicali n. 816)

SKY


Roma, 1 dicembre 2008 (radicali.it)

• Dichiarazione di Marco Beltrandi, componente radicale della Commissione di Vigilanza sulla Rai

Circa il raddoppio dell’Iva per il digitale satellitare mi auguro davvero che il Governo ci ripensi.

Desta infatti sconcerto apprendere da coloro che da anni affermano – sbagliando – che il duopolio tv sarebbe superato dall’affermazione di Sky nel digitale satellitare, che Sky non sarebbe concorrente di Mediaset.

In realtà con questa misura il Governo favorisce di nuovo il digitale terrestre a scapito del digitale satellitare, cancellando una agevolazione nel momento più sbagliato, mentre infuria una crisi, quando occorre aiutare la domanda, diminuendo le imposte.

PD: PRIMARIE A PRATO


Massimo Carlesi ha confermato la sua discesa in campo per concorrere alla candidatura a sindaco di Prato. E complicando il percorso scelto dal PD pratese per la scelta del proprio candidato alle prossime elezioni amministrative.

Non pare estranea alla decisione di Carlesi (bindiano di ferro) l'aspra contesa in corso da molti mesi tra la "pasionaria" di Sinalunga Rosy Bindi e Antonello Giacomelli, king maker di Paolo Abati. Adesso la segreteria pratese del PD, che pareva intenzionata ad andare a primarie di coalizione, non potrà evitare una "conta" interna ed i veleni che, inevitabilmente, comporterà.

ACCLAMAZIONE


Il congresso provinciale dell'Italia dei Valori si è concluso con l'elezione (per acclamazione, pare) dell'ex assessore al personale del Comune di Prato, Loredana Ferrara, quale nuova segretaria.

Lo sconfitto, l'attuale assessore al personale del Comune, Andrea Breschi, ha ritirato il suo candidato.

domenica 30 novembre 2008

FRANKIE CHE TE SERVE ?


Dimissioni del direttore della Nazione Francesco Carrassi


"Sul prezzo della casa non ti preoccupare-gli dice Rapisarda (uomo di Ligresti a Firenze ndr)- dimmi tu cosa vuoi pagare, che problema c'è? Se ti piace..." . Si parla di una vacanza a Villasimius, in Sardegna, in un villaggio di proprietà di Fondiaria. "E' fatta dal 4 al 18 agosto?" chiede Carrassi. "Vai tranquillo Frankie", è la risposta. "Fausto se c'è da pagare qualcosa io pago". "No, no, anche lì puoi andare alla spa, tutto come l'anno scorso, tutto gratis". "Io comunque dico che mi hai fatto un bello sconto, va bene?".

(da Corriere Fiorentino 30.11.2008)


ARREDO URBANO (4)




LA CITTA' INDECOROSA!
Arredo urbano attuale
Arredo urbano anni '80

PD: PRIMARIE A PRATO






VIENE AVANTI CARLESI!!!



Massimo Carlesi, ex assessore ai trasporti ed ideatore delle LAM, pare essere il nome nuovo che nel PD si aggiunge a quelli di Paolo Abati (che avrebbe in tasca la nomina a candidato sindaco) ed Adriano Benigni (che avrebbe in tasca la lettera di rinuncia a candidarsi).

Carlesi, direttore di banca, attivissimo nel mondo del volontariato, cattolico con solide entrature a Palazzo Vescovile, viene indicato da 25 cittadini (iscritti e non al PD) in alternativa ai soliti noti.

Con un viatico di anticasta ed un programma di rinnovamento politico ed amministrativo. Auguri!!!