sabato 18 agosto 2012

PUSSY


Forse basterebbe una telefonata. Di Berlusconi all'amico Vladimir Putin. Per salvare le tre ragazze "Pussy Riot" dall'anno e mezzo di lavori forzati ai quali sono state condannate, per vilipendio della religione, da un tribunale di Mosca. Forza Silvio! Alza il telefono. Se l'amico Vladimir ti ascoltasse ed usasse clemenza alle ragazze riacquisteresti un pò di quella credibilità internazionale che ti sei giocata con il cucù alla culona tedesca; le corna alle autorità; la Minetti e la Santanchè, Noemi e la D'Addario; Ruby e le notti folli di Arcore. Forza Silvio! Chiama Putin. E' un tuo preciso dovere. E' roba per te! Non per niente le tre ragazze si fanno chiamare "Pussy Riot" ovverosia "Sommossa delle Fighe" ovvero "Fighe in rivolta". Forza Silvio!  Telefona.  

TORRI

Stanno finalmente demolendo la vecchia Pratilia. Al suo posto Esselunga costruirà una torre di 60 metri con varie destinazioni d'uso. A qualcuno questa soluzione non piace. Perchè non piace che si realizzino in città edifici più alti dei sei piani attualmente previsti. E' un opinione non condivisibile. Prato ha consumato quasi tutto il proprio territorio anche perchè si è scelto di costruire una città orizzontale. L'opzione verticale consente, invece, di risparmiare dalla cementificazione aree ancora libere ovvero ridurre gli spazi occupati da preesistenti edifici (come è il caso della nuova Pratilia). Lasciando spazi al verde ( o ad altri servizi...).
  

venerdì 17 agosto 2012

ALBERI

Non è la prima volta ( e non sarà l'ultima....) che alcuni cittadini protestano per la decisione di tagliare alcuni alberi. Tocca adesso a qualche abitante della via Mayer. E' assolutamente normale e perfino commovente che la gente si "affezioni" alle piante della propria strada. Ci hanno fatto compagnia (e ombra...) per tanti anni. Sono cresciuti insieme a noi. Ma anche per gli alberi (come per ogni essere vivente....) arriva la fine del proprio percorso vitale. Vecchiaia, malattie, altri eventi possono consigliarne l'abbattimento.  E' sicuramente un dispiacere vedersene andare via, sotto lo strillo della motosega, quel vecchio amico.  Ma è, ovviamente, la cosa più naturale del mondo! Quei cittadini, pertanto, farebbero bene a farsene una ragione. Ed a chiedere, risolutamente, che gli alberi abbattuti siano rimpiazzati da altri esemplari sani e più giovani. Ai quali potranno dedicare la stessa "amicizia" coltivata nel tempo alle piante dipartite.      

giovedì 16 agosto 2012

VISIONI


Il consigliere comunale dell’IDV, criticando la spesa che il Comune sosterrà per l’evento del 5 settembre (Visionaria), svolge il suo compito di controllo e di opposizione. Il costo dello spettacolo, tuttavia, appare (a prima vista) del tutto congruo con quanto in programma. Solo dopo l’avvenimento potremmo dire se, comunque, ne valeva davvero la pena. Quello che convince di meno nelle argomentazioni di Donzella è l’affermazione che in tempi di crisi economica i Comuni debbono fare a meno di intervenire con proposte culturali e/o spettacolari. Certo occorre cautela, equilibrio e responsabilità da parte degli enti pubblici. Ma, di certo, non può valere il ragionamento pauperistico (ed a tratti demagogico…) del consigliere dipietresco. Non di solo pane vive l’uomo…………|

lunedì 13 agosto 2012

PROVINCIA?

Sulla provincia abolita dal provvedimento del governo si sta sviluppando in città un surreale dibattito tra i sostenitori (quasi tutti vedove inconsolabili) di diverse soluzioni (Firenze/area vasta/Pistoia-Lucca/città metropolitana). Nessuno che sottolinei che la cancellazione di metà  di questi enti inutili ci farà risparmiare centinaia di milioni di euro. Per cosa verrà ricordata la nostra provincia? Forse per l’acquisto di alcuni immobili. Ovvero per la sistemazione di alcuni amici degli amici. Ma, molto più probabilmente, per le affossature lasciate sulle poltrone dai tre presidenti e dalle decine di assessori. Addio provincia di Prato. Senza alcun rimpianto.