mercoledì 25 dicembre 2013

MICHELE DE LUCIA



Roma, venerdì 27 dicembre, ore 17:45
Sede del Partito radicale, via di Torre Argentina 76, III° piano
Presentazione del libro di Michele De Lucia
“Al di sotto di ogni sospetto. 1963-1993: trent’anni di scandali affaristici e di guai giudiziari di Silvio Berlusconi prima del 1994 (ovvero prima che adoperasse la politica per avere l’immunità parlamentare e per farsi l’impunità legislativa ad hoc” (Kaos edizioni)
Introduce e modera: 
Giuseppe Di Leo, vaticanista di Radio radicale
Intervengono: 
Michele De Lucia, autore del volume
Fabrizio D’Esposito (giornalista de “il Fatto Quotidiano”)
Alessandro Giuli (giornalista de “il Foglio”, in attesa di conferma)
Giovanni Orsina (professore associato di Storia contemporanea alla LUISS - Guido Carli di Roma e autore dell'interessante libro "Il berlusconismo nella storia d'Italia"
Gianfranco Spadaccia (componente della direzione di Radicali italiani, già segretario e parlamentare del Pr)
Il libro 
L’epopea affaristica di Silvio Berlusconi 1963-1993, un trentennio segnato da corruttele, scandali, sospetti, grane giudiziarie, fondi neri e prestanome. Un rosario di maneggi e illegalità, nascosto dai mass media e cancellato dalla propaganda politica berlusconiana.
Gli scandali e le corruttele di “Milano 2”, con prestanome e finanziamenti dalla Svizzera. Sangue, soldi e maneggi: lo scandalo Casati Stampa. Il sequestro D’Angerio, fra minacce, attentati e silenzi. “Associato a delinquere” nella Loggia massonica segreta P2. Fiamme gialle, menzogne, mazzette e complicità. Il “fattore” mafioso nella villa di Arcore, e la mafia dei colletti bianchi. Mille miliardi di affari immobiliari con gli enti previdenziali del parastato (scandalo Palazzi d’oro). Antenne tv fuorilegge, e sospetti di riciclaggio internazionale. Il fiduciario Dell’Utri e la bancarotta fraudolenta Inim-Bresciano, tra colletti bianchi e miliardi neri. Lo “scippo” della Mondadori con la corruzione di un giudice, e la “Operazione Mato Grosso”.
«Questo libro dimostra come l’imprenditore Berlusconi nel 1994 sia entrato in politica proprio per sottrarsi alla magistratura: utilizzando l’immunità parlamentare, la possibilità di farsi leggi ad hoc, i “legittimi impedimenti”, e l’alibi mediatico-propagandistico della “persecuzione giudiziaria a scopo politico”...».
L’autore
Michele De Lucia (Roma, 1972), laureato in legge, è stato tesoriere di Radicali italiani dal 2008 al 2013. Co-fondatore di Anticlericale.net, ha pubblicato con la Kaos edizioni: Siamo alla frutta. Ritratto di Marcello Pera (2005); Il Baratto (2008); Dossier Bossi-Lega Nord (2011); Se questo è un giornalista (2011).
Il volume è disponibile nelle migliori librerie e negli store on-line, come IBS,  Feltrinelli e Amazon.
Posta un commento