sabato 11 maggio 2013

CENNI DI TASSE!!


Giornataccia oggi per il sindaco Roberto Cenni e la sua Giunta! Ha iniziato un sindacalista della CGIL che in relazione al prestito di 6 milioni di euro concesso dal Comune ad ASM puntualizza che, secondo i suoi calcoli, ASM in realtà è creditrice del Comune per la bellezza di 35 milioni di euro!!
Ha continuato lo stesso Cenni dichiarando che per quest'anno il Bilancio comunale dovrà fare a meno di 11 milioni di euro dovuti ai minori trasferimenti dello Stato ed al minor gettito derivante dagli oneri di urbanizzazione. Il sindaco parrebbe intenzionato a far fronte ai minori introiti aumentando le aliquote dell'IMU, prima casa esclusa!! 
Infine è scoppiata la polemica sulle nuove tariffe che la Giunta ha stabilito per quest'anno per la Scuola di Musica "Verdi". Praticamente le iscrizioni aumenteranno vertiginosamente anche fino a quasi il 50% in più!!  
Come se non bastassero queste pessime notizie un quotidiano locale riferisce che la Piscina Comunale di Via Roma, la "spiaggia" di Prato, rischia di non aprire i battenti il 1 giugno poichè ancora interessata da grandi lavori di ristrutturazione della vasca da 25 metri!! E dopo il servizio del giorno prima sulla fatiscente palestra di Via Roma anche questo non pare un buon viatico per l'amministrazione comunale che mirava ad ottenere un riconoscimento nazionale per l'attività sportiva cittadina!!
Che dire? Se questa amministrazione finisce pure per "mettere le mani in tasca" ai suoi cittadini non solo certifica il suo fallimento ma contribuisce all'acuire la crisi di tutta la città!! 
Sul primo argomento, tuttavia, qualcosa in più si può osservare! Intanto non ci pare corretto parlare di un "debito" dell'amministrazione verso ASM: il sindacalista fa pura demagogia! A quanto ne sappiamo tale cifra rappresenta l'ammontare di vari anni delle tariffe sui rifiuti che ASM non è riuscita od ha saputo riscuotere!! Ma il Comune non pare essere colpevole se non di avere affidato la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti ad una società di proprietà. Senza gara d'appalto e senza alcun controllo sull'effettiva corrispondenza della quantità di soldi pretesi da ASM con la qualità del servizio reso! Il sindacalista CGIL è probabilmente preoccupato per i livelli d'occupazione di ASM. Come abbiamo già rilevato altre volte la società presieduta da Canovai ha inopinatamente aumentato nel 2011 il suo organico del 30% rispetto all'anno precedente! Ed in presenza di un calo vistoso dei rifiuti ha visto parallelamente lievitare il costo per il personale che è passato dai 10 milioni di euro del 2010 ai 18/20 milioni previsti per quest'anno! Le bruttissime acque in cui versa l'azienda di Via Paronese parrebbero consigliare, ove vi fossero amministratori responsabili, un taglio consistente del proprio personale! Ed è questa la paura che ha mosso la CGIL. Responsabile, peraltro, insieme alle altre sigle di avere condiviso tutte le operazioni di assunzione di quelle quote esagerate di nuovo personale! 
Dunque il senso delle dichiarazioni CGIL è quello di mettere le mani avanti: si opporranno a qualsiasi taglio dell'organico ASM. E bussano alle magrissime casse comunali perchè acconsentano a rifinanziare la deficitaria azienda appaltata dal sindaco ad una precisa corrente del PDL cittadino e toscano!! Non vorremmo davvero essere nei panni degli amministratori che verranno nominati a breve in totale (o quasi) sostituzione di quelli attuali.    

  

TWEETTAGGIO




Twitter costringe chi e' popolare a conoscere personalmente il popolo. Qualcuno ne prova ribrezzo

e il senso politico e' chiacchiera, apparenza, illusione, fatuita', in una parola demagogia

cioe' a Napoli date la cittadinanza italiana? Una Little Italy?

falle fare prima una visita cognitiva: conoscere per deliberare


Per Michele Serra la paura del cambiamento che paralizza la sinistra ha bloccato il governo PD-M5S

Per Michele Serra il Pd ha bisogno di un congressivo rifondativo come il Concilio Vaticano II

Per Debora Serracchiani il Pd ha bisogno di un segretario di cambiamento e di rottura

Per Maria Stella Gelmini la condanna di Berlusconi come evasore fiscale è surreale

Per Roberto Saviano vietare gli insulti su Facebook e Twitter non è censura

Ho sentito Mi sembra che il primo compito del nuovo sia cambiare capogruppo a Montecitorio

potrebbe gentilmente dire al suo giornale di piantarla di attaccare adesivi sulla 1pagina che vengono via pezzi di articoli

Epifani ha preso l'86% dei votanti, ma meno della metà degli aventi diritto

I ragazzi di non sanno più che fare













GIORGIANA MASI



Radicali: Roma, domenica 12 maggio, ore 10, commemorazione 36° anniversario morte Giorgiana Masi

Domani domenica 12 maggio, alle ore 10.00,  dirigenti e militanti del Partito radicale e degli altri soggetti costituenti si ritroveranno a Roma, presso ponte Garibaldi, per onorare la memoria di Giorgiana Masi, la studentessa 19 enne assassinata durante una manifestazione radicale referendaria il 12 maggio del 1977, e per reclamare il diritto alla verità.
A distanza di 36 anni non sono ancora stati assicurati alla giustizia i responsabili dell'omicidio.

MERGELLINA



Sabato, 11 maggio 2013. Ieri giornata memorabile, compleanno di mia sorella Emma e incontro e lunch con l'amico Giancarlo Fiordelisi, poeta e musicista di valore stratosferico. Sole abbronzante a Mergellina, dialoghi sul mondo e riflessioni. Entrambi ribelli alla schiavitù-abuso degli smartphone e dei computer, li usiamo ma non 24 ore su 24! Inoltre siamo interessati, perché di sera i caratteri dei libri si leggono male alla nostra età, ad avere una biblioteca ciclopica di E-book, ma non una che intasi i nostri modesti computer, ma tutto inserito nella nuvola di internet e, quindi, rileggerci Orazio, a dimensione carattere 14, in un qualunque campeggio o casa sperduta o trenino che ci porti dove più ci piaccia. Lo stesso strumento può renderti dipendente ed indipendente, dipende sempre da noi; la filosofia potrebbe anche riassumersi, se non nell'io di Cartesio o di Fichte, nell'intuizione poetica di Milton per la quale la mente può fare di un inferno un paradiso e di un paradiso un inferno! Inebriato dalla poesia ho dovuto cancellare un maleducato ed isterico amico di FB che conoscevo da 40 anni e che sa solo offendere, le sue iniziale U. M. significano "Unico Megalomane". Mi sembra di respirare meglio, ma è sabato e non aggiungo altro sul perché i violenti pare che aumentino, le mie sagge nonne Concetta e Luisa dicevano che alcuni non hanno un brutto carattere, ma sono solo "scostumati" e a Napoli questo aggettivo niente ha a che vedere con costumi licenziosi, ma significa soltanto "essere maleducato che non sa campare"! Auguro ai veri amici di non incontrare mai i prototipi Unico Megalomane, sono pericolosi come il lancio di una bomba nucleare!

MERCEDES FRIAS A RR


Intervista a Mercedes Frias su dichiarazioni Grillo sullo Ius Soli e sua adesione ai referendum radicali sull'immigrazione


MARCO PANNELLA A RR

IL BINDOLO


Dalla relazione del Collegio dei Revisori dei Conti al Bilancio 2012 del Comune di Prato:

"Il Collegio invita l'Ente ad adottare le più idonee misure organizzative per garantire il tempestivo pagamento delle somme dovute per somministrazioni, forniture ed appalti.."

Ovvero, paga!! Bindolo!!!

ANDREOTTI E' VIVO


Andreotti è vivo e lotta insieme a noi

su La porta di Manetta
Autore: Dino Manetta
 
Data:2013-05-11
Adesso s’è capita la strana mossa di fare una Ministra ‘nera e non solo’ in un Governo che dovrebbe occuparsi prevalentemente di questioni economiche ed elettorali . L’idea, vincente, era di lanciare tra i piedi di Grillo una bella bomba a mano ed è perfettamente riuscita nello scopo. Adesso Beppe è costretto, sicuramente molto malvolentieri, ad affrontare un tema che lo mette in cattiva luce nei confronti dei suoi militanti, in gran parte di evidente origine di Sinistra e molto ‘politically correct’. Lui, del resto, aveva accennato una volta alla sua contrarietà al diritto di cittadinanza e qualcuno se lo era ben bene appuntato. Più che un’idea del ‘nipote di professione’ (copy Grillo) sembra un’idea del suo molto andreottiano zio. Chissà adesso come si sviluppa la faccenda. Il tema è quanto mai spinoso e Grillo rischia di farsi davvero male, il suo esercito di marionette, che già sta brontolando sui soldi (sò giovani, Beppe, lasciali godè!) e registrando le prime defezioni, potrebbe via via alzare la voce e magari, sai come vanno le cose, una parola tira l’altra (qualunquista! tirchio! razzista!) e ti ritrovi nel bel mezzo di un ammutinamento a calare frettolosamente una barca in mare per tornartene a riva possibilmente indenne. Questa è una cosa molto più grossa della storia degli scontrini sui panini, la vedo brutta per il Masaniello ligure e il suo variopinto movimento. Le vecchie volpi, caro Beppe, sanno vendere molto cara la pelliccia

.

MERCATALE 1-2-3


E se la sperimentazione sulla viabilità in piazza Mercatale avvenuta lo scorso settembre durante la Palla Grossa diventasse la normalità? In Comune assicurano che un progetto ufficiale ancora non c’è, ma in tanti nella maggioranza vedrebbero di buon occhio la soluzione di piazza Mercatale pedonalizzata, con il traffico tutto spostato (con due corsie di marcia) sul lato della Cgil. A cominciare dall’assessore alla mobilità Roberto Caverni che non nasconde come questa “sia un’ipotesi suggestiva”. L’idea di fondo ripercorre in parte il progetto presentato nel 2009 dall’architetto Marco Mattei, ma con una modifica sostanziale: la presenza di un parcheggio interrato (di uno o due piani) in grado di sostituire tutti i posteggi attualmente presenti in piazza. In questo modo sia l’attuale area centrale adibita a parcheggio che quella dove transitano le auto sul lato dell’assessorato ai lavori pubblici (fino alla farmacia comunale) diventerebbero pedonalizzate. L’unica concessione sarebbe quella di una corsia preferenziale per gli autobus, in modo tale da risolvere pure la questione con Cap che reclama troppi disagi nel transitare in piazza Mercatale con la Lam Blu dopo la chiusura di piazza delle Carceri. “La viabilità in piazza Mercatale – spiega Caverni – ha retto bene durante la sperimentazione effettuata con la Palla Grossa. Questo significa che l’ipotesi del 2009 era giusta, ma mancava solo la soluzione ulteriore rappresentata dal parcheggio interrato. Si potrebbe pure pensare ad un project financing, così da ammortizzare la spesa per il Comune. E’ un’ipotesi interessante, ne parlerò sicuramente in giunta, potrebbe essere il passo successivo dopo la pedonalizzazione di piazza delle Carceri. E al contempo si sfrutterebbe al meglio il nuovo marciapiede rialzato dedicato ai dehors (gazebo o strutture con tavolini all’aperto)”. 8 maggio 2013 - Notizie di Prato

Prosegue il dibattito all’interno della giunta comunale sull’ipotesi di pedonalizzare piazza Mercatale. Dopo il parere positivo dell’assessore Roberto Caverni che ha giudicato fattibile il progetto presentato dall’architetto Marco Mattei che prevede di spostare la viabilità in doppio senso di marcia sul lato Cgil e pedonalizzare il resto della piazza, a patto però di realizzare un parcheggio interrato, questa volta ad intervenire è il vicesindaco Goffredo Borchi. Quest’ultimo ritiene interessante l’idea di pedonalizzare la piazza, ma si dice contrario all’ipotesi di un parcheggio interrato. “E’ sicuramente un’ipotesi suggestiva – spiega – che andrebbe bene a legarsi con i nuovi marciapiedi che a breve saranno realizzati per ospitare dehors, gazebo e tavolini. Mi lascia però perplesso l’idea di un parcheggio interrato, soprattutto per la vicinanza con il Bisenzio. Personalmente il progetto che più condivido è quello che presentammo come Forza Italia nel 2007 dell’architetto Mario Pasquetti”.
Nello specifico il progetto in questione prevede una modifica totale di quello che è l’attuale parcheggio centrale di piazza Mercatale. La soluzione ipotizzata dall’architetto Pasquetti è infatti quella di realizzare tre piazzette pedonali alberate al posto del parcheggio, lasciando inalterata comunque la viabilità, prevedendo n più un piccolo ampliamento della carreggiata. I parcheggi, in totale 583, vengono invece recuperati ai lati delle corsie di marcia, a intervalli regolari e lungo tutta la piazza. Altri 300 posti auto sarebbero poi a disposizione nell’attuale parcheggio di via arcivescovo Martini. Confermata anche la presenza del marciapiede allungato sul lato opposto a quello della Cgil, per ospitare le strutture all’aperto e incentivare la presenza dei pratesi, così come richiesto dalla giunta Cenni. “Il progetto ha costi contenuti – spiega Pasquetti – inferiori ai 4 milioni di euro e permetterebbe di rilanciare piazza Mercatale senza effettuare alcun tipo di scavo. Una ipotesi che ho presentato parecchi anni fa ma che è estremamente attuale”. 9 maggio 2013 Notizie di Prato


“Piazza Mercatale è un punto nevralgico della città e senza dubbio una sua pedonalizzazione rappresenterebbe un elemento di rilancio per tutto il centro storico. I fattori di cui tenere conto sono però molteplici e prima di avallare qualsiasi progetto servono dati e certezze”. E’ il pensiero del sindaco Roberto Cenni sull’ipotesi di pedonalizzazione di piazza Mercatale, che ha già raccolto il parere favorevole, ma con progetti diversi, dell’assessore Roberto Caverni e del vicesindaco Goffredo Borchi. “Credo che aprire un dibattito pubblico sul tema sia una cosa positiva – commenta – ma è improbabile mettere in campo un simile progetto nell’ultimo anno di legislatura. La pedonalizzazione è un’idea interessante, ma a patto di riuscire a trovare una soluzione per non eliminare i parcheggi e lasciare scorrevole la viabilità, anche in virtù del collegamento con piazza San Marco. Quello che è sicuro è che stiamo parlando di una delle piazze più importanti d’Italia che avrebbe tutte le possibilità per essere vissuta di più dai pratesi”. Cenni si sofferma anche sull’idea di un parcheggio interrato per sostituire l’area centrale della piazza adibita a posteggio. “Con sottopassi e scavi – dice – non siamo stati particolarmente fortunati. Bisognerebbe pensarci molto attentamente. E anche sulla viabilità lungo un solo lato, quello Cgil, ricordo che un conto sono quindici giorni di sperimentazione durante la Palla Grossa e un altro renderla definitiva in concomitanza con l’apertura delle scuole e con il periodo del maltempo”. 10 maggio 2013 Notizie di Prato

Si potrebbe chiosare, come su una rubrica della "Settimana Enigmistica", 'Trovate le differenze'!! Le tre "posizioni" sembrano il colloquio al bar di tre avventori. Invece si tratta dell'assessore ai Lavori Pubblici, Roberto Caverni; del vice sindaco ed assessore all'Ambiente, Goffredo Borchi; del sindaco della città Roberto Cenni!
Che sul "punto nevralgico" della città esprimono, nel giro di 48 ore, tre opinioni completamente differenti.
Ad un anno dalla fine della sindacatura i nostri tre maggiori amministratori "riscoprono" il tema "Piazza Mercatale"! Che è sul tavolo delle varie amministrazioni comunali da 20 anni! Chissà cosa avranno voluto dire? E perchè, vedendosi probabilmente tutti i giorni in Palazzo, non hanno concordato tra di loro un'unica posizione! Caverni e Borchi hanno riaperto il dibattito. Il sindaco Roberto Cenni si è subito incaricato di chiuderlo! Ed allora che senso ha ritirar fuori dai cassetti i progetti, divergenti,  degli architetti Marco Mattei e Mario Pasquetti con in più l'aggiunta della proposta della Giunta Mattei sull'interramento del parcheggio?
    

VARIABILITA'


venerdì 10 maggio 2013

RENATA POLVERINI


LASCIA UN COMMENTO

Inoltra un nuovo commento
900 caratteri rimanenti

Attenzione! Commenti più lunghi del limite di 900 caratteri non verranno pubblicati
13 commenti
minatore5912 minuti fa
onore a chi ha il coraggio di alzare la voce contro questi personaggi . Grandi!!!!!!
+4