sabato 15 marzo 2014

CONSIGLIO COMUNALE PROSSIMO VENTURO


Comunque vadano le elezioni del 25 maggio, chiunque sia il vincitore della poltrona di sindaco, una cosa pare assolutamente certa! La composizione del Consiglio Comunale sarà totalmente differente rispetto all'attuale. Non soltanto perchè vi saranno, per legge, 32 consiglieri al posto degli attuali 40. Ma perchè dalle urne usciranno fuori risultati che permetteranno a pochissimi partiti e liste si avere propri rappresentanti in Consiglio. Ad oggi nelle aule della Sala Maggiore del Palazzo Comunale sono presenti ben 9 gruppi consiliari (PD, F.I., NCD, Lega Nord, UDC, IDV, Gruppo Misto, Indipendenti, Indipendenti per Prato) e 9 rappresentanze politiche. Ai maggiori partiti devono infatti essere aggiunti: Socialisti Riformisti; Alleanza per Prato; Città Forte. Formazioni alle quali aderiscono ufficialmente rispettivamente Federico Lorusso; Giancarlo Auzzi e Riccardo Bini.   
Le elezioni 2014 non potranno che sconvolgere questo quadro. Ad oggi sarebbe certa la presenza nel prossimo Consiglio Comunale solo di esponenti del PD e di Forza Italia. E, ove presentate, anche di rappresentanti delle liste civiche "Biffoni per Prato" e "Cenni per Prato"!
Probabile sarebbe pure la presenza di esponenti del M5S. Sempre che tale formazione ce la faccia a presentare una propria lista certificata da Beppe Grillo. Sarà assai difficile rivedere in Consiglio Comunale consiglieri della Lega Nord, dell'IDV e dei Socialisti Riformisti. Scarse anche le speranze della nuova formazione di destra Alleanza per Prato. Per NCD, probabilmente, sarebbe decisiva la vittoria della coalizione di cui farà parte. Le nuove liste civiche che presenteranno un loro candidato sindaco dovranno conquistare oltre il 4% (più di 4.000 voti) per sperare in un eletto. Impresa assai improbabile. Fino ad oggi solo le liste civiche "Insieme per Prato" e "Taiti per Prato" son riuscite ad eleggere propri consiglieri. Anche formazioni tradizionali e storiche come PSI, SEL o  la Federazione della Sinistra (Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani) sembrano tagliate fuori dalla distribuzione dei seggi. Anche in caso di vittoria della coalizione di centrosinistra. Sul versante opposto paiono scarsissime pure le chances di riconquista di un seggio da parte dell'UDC. Che, infatti, pare stia trattando con il sindaco Cenni l'inserimento del proprio consigliere uscente Antonio Longo nella lista civica "Cenni per Prato". Annacquando, se così fosse, l'immagine civica della lista cenniana. A proposito della quale occorre dar conto delle smentite che personaggi assai vicini al sindaco hanno voluto rendere pubbliche circa il simbolo elettorale che verrà adottato. Che, pare, non sarà quello che era stato pubblicato dal blog di un consigliere di Cenni. (http://liberamenteprato.blogspot.it/2014/03/centrodestra-per-cenni-o-cenni-per-il.html) Gabriele Giovannelli, ed altri, c'hanno fatto notare, attraverso Facebook, che il "vero" simbolo della lista Cenni verrà presentato tra alcuni giorni. Forse in concomitanza con lo scioglimento della riserva da parte di Roberto Cenni sulla sua nuova candidatura.
Nel frattempo s'annuncia, per giovedì prossimo, ore 20.30, presso l'Hotel Datini, la presentazione del candidato sindaco della lista civica "La Città per Noi". Che, come ricorderete, ha già da settimane annunciato che sarebbe Fabio Nesti il candidato presidente della Provincia della lista ove si dovesse, per avventura, rivotare per quell'ente in fase di scioglimento.
Il nominativo del candidato sindaco è, ovviamente, top secret. Tuttavia i dirigenti de "La Città per Noi" non fanno mistero che si tratti di un personaggio destinato a fare il botto. E che si andrà ad aggiungere a Riccardo Bini di "Città Forte" e Roberto Dei della lista de comitati, i quali, da tempo, sono già saliti in campo.   
Mancano notizie certe, per contro, delle intenzioni future degli "Indipendenti per Prato". Ed anche di "Idee per Prato" di Simona Ciardi. Mentre pare probabile, la prossima settimana, conoscere le scelte di Massimo Taiti e della sua lista civica "Taiti per Prato".  
Posta un commento