venerdì 14 marzo 2014

IL LATO ARTISTICO DI PRATO


“L’idea è nata sulla scia della riapertura di Palazzo Pretorio – dice il titolare del locale Marco James Bechini – Abbiamo deciso di offrire i nostri spazi a giovani artisti, a chi non ha la possibilità di esporre a pagamento. Il prossimo mese toccherà all’associazione culturale Asterisco, con una mostra di dipinti interamente dedicati a Prato. I clienti si divertono, mostrano di apprezzare e si informano” conclude Bechini.
Queste dichiarazioni del patron di "Soldano" di Via della Sirena ci paiono il migliore viatico per parlare del "movimento" che l'annunciata riapertura, il 12 d'aprile, del Museo Civico di Palazzo Pretorio è destinata ad avere in città e soprattutto nel Centro Storico.
Dove, da qualche tempo, è tutto un fiorire di mostre e gallerie d'arte. In luoghi dedicati ed anche dove uno non s'immaginerebbe mai. Sono ormai tanti gli spazi dove si mostra arte o comunque produzioni artistiche di più o meno talentuosi concittadini. Si va dal bar Vaj al bar La Piazzetta; dall'istituzionale spazio "Valentini" al Cinema Eden; dal bar Bacchino ad, appunto, la trattoria "da Soldano"; dallo spazio di Via del Pesce adesso allestito con una collettiva di giovanissimi alle stanze della Provincia su Piazza delle Bigonge!
Allo stesso tempo diventano assai numerose pure le gallerie tradizionali e/o le associazioni, giovanili o non, che si dedicano all'arte ed alla cultura in genere. Jonathan Targetti ne propone un riassunto nel suo progetto "Distretto Parallelo".
(http://www.warehouseprato.it/distretto-parallelo/)
Siamo arcisicuri che la definitiva riapertura di Palazzo Pretorio (dopo la splendida mostra sul Rinascimento pratese) rinnoverà la spinta verso nuove contaminazioni artistiche in città. Come anche la riapertura del Pecci con il neonominato nuovo direttore Cavallucci. Per non dire di Vittorio Sgarbi in predicato di diventare soprintendente   artistico globale della città! Il bello, l'arte, la cultura possono davvero diventare un volano per la città del futuro. Sarà bene che tutti i candidati sindaci e tutte le forze politiche che saranno impegnate nella prossima campagna elettorale ne tengano conto.



Posta un commento