sabato 22 marzo 2014

M5S: LA VERSIONE DI CHIARA E RICCARDO

N.B. Sulla home page del blog è possibile votare il proprio partito (o lista) preferito! E' solo un divertissement, naturalmente.



Dunque il M5S (Beppe Grillo, Casaleggio ed il mitico Staff..) hanno deciso di risolvere la lunghissima diatriba pratese tra il gruppo "Movimento 5 Stelle Prato" e "Prato Insieme a 5 Stelle". Nel nostro primo post  (http://liberamenteprato.blogspot.it/2014/03/la-riffa-cinque-stelle-le-pratesarie.html) abbiamo espresso un giudizio non lusinghiero sulla scelta operata a livello nazionale. Ma alcune informazioni che vi erano contenute erano frettolosamente imprecise. Manteniamo almeno due riserve sul metodo scelto dallo staff nazionale per accreditare uno dei due gruppi che si contendono il simbolo: come si farà a dichiarare uno dei due gruppi "non rappresentativo" del M5S a Prato ove lo scarto della votazione on line fosse minimo. Potranno poche decine di voti legittimare un gruppo e screditare l'altro? Temiamo di no! Che conoscenza avranno gli iscritti pratesi che voteranno della controversia quinquennale e delle ragioni degli uno o degli altri? Temiamo scarsa. Se non nulla. E noi siamo affezionati al vecchio motto liberale einaudiano "Conoscere per Deliberare"! Anche per questi motivi abbiamo voluto saperne di più.
Conversando con Chiara Bartalini, probabile capolista del gruppo "Prato Insieme a 5 Stelle" e con Riccardo Vergombello militante dello stesso gruppo.
Chiara e Riccardo sono una coppia politica mista. Lei pratese purosangue; lui vicentino di nascita e di dialetto. Lei esile, alta, fisico da top model; lui robusto, altissimo e decisamente..iperparvicrinito! Lei raffinata ex curatrice di gallerie d'arte adesso impegnata nel Comitato per la Difesa della Fattoria Medicea delle Cascine di Tavola. Lui prototipo dell'imprenditore del nord-est, sempre sul pezzo, pratico, concreto, iperattivo! Sia Chiara che Riccardo hanno fatto parte, fino ad alcuni mesi fa, del primo gruppo M5S "Movimento 5 Stelle Prato" noto anche come meet up 134. Poi, nel dicembre scorso, anche a seguito di una prima iniziativa "diplomatica" dello staff nazionale, sono stati tra i fondatori del gruppo "Prato Insieme a 5 Stelle" insieme agli appartenenti al meet up Prato 2 ed ad altri ex militanti del primo gruppo stellato pratese.
I due militanti stellati smentiscono decisamente la leggenda metropolitana che i due gruppi pratesi dei Cinque Stelle siano anche il frutto di divergenti opzioni politiche. Destrorso quello che indica Barosco come candidato sindaco. Non solo per l'appoggio a Cenni del 2009 ma anche perchè taluni autorevoli militanti sono anche iscritti a gruppi di Tea Party. Emanazione italica di quelli americani. Liberali e liberisti fino all'ultimo respiro. E che, viceversa, il loro gruppo sia d'ispirazione sinistrorsa. 
Chiara e Riccardo sostengono che, in realtà, a Prato v'è un unico gruppo del M5S. Quello da loro recentemente fondato e già giunto ad un centinaio di iscritti. Il gruppo "rivale" (al quale pare siano iscritti oltre 480 cittadini pratesi..) rappresenta soltanto l'ultima "riserva" degli antichi fondatori del M5S a Prato.
La prima cosa che Chiara e Riccardo hanno voluto sottolineare è che gli aventi diritto al voto saranno tutti i 2.800 pratesi che si sono iscritti al Blog di Beppe Grillo entro il 30 giugno 2013. Una platea vastissima dunque. Niente a che vedere con gli striminzitissimi numeri (ancorchè raddoppiati..) delle "comunarie" che videro vincere al ballottaggio per candidato sindaco (del Movimento 5 Stelle Prato) Fausto Barosco.
Anche "Prato Insieme a 5 Stelle" ha il proprio candidato sindaco. Almeno provvisoriamente l'onere e l'onore è toccato, attraverso una votazione interna al gruppo, a Mariangela Verdolini.
Chiara e Riccardo s'aspettano che almeno un migliaio degli aventi diritto al voto colgano l'opportunità. E sono largamente ottimisti sul risultato finale delle cosiddette "Pratesarie". Tuttavia mettono le mani avanti. Se le urne elettroniche (si voterà on line sulla piattaforma nazionale del M5S) dovessero premiare il gruppo "rivale" il loro gruppo verrebbe immediatamente sciolto. Ed ognuno dei militanti libero di fare quel che gli pare. Stessa cosa, probabilmente, succederebbe in caso di vittoria del gruppo di Chiara e Riccardo. Sarebbe il gruppo "Movimento 5 Stelle Prato" a rompere le righe.
Chiara e Riccardo non hanno mancato di rammentare, con dovizia di particolari, l'elemento scatenante la nascita di due gruppi del M5S a Prato. La scelta di Fausto Barosco e dei suoi di indicare nel voto a Cenni nel 2009 l'opzione nel ballottaggio contro Carlesi. Da allora v'è stato un vero e proprio stillicidio di contrapposizioni, atteggiamenti, ripicche e battibecchi, insulti (anche di natura pesantemente personale..) fino all'ultima vicenda che ha visto la mancata presenza a Prato del deputato nazionale Samuele Segoni.
Chiara e Riccardo ci tengono a far sapere che, anche come personale contributo ai tentativi di "pacificazione", nè Gianna Mannelli nè Marcello Gufoni saranno nella lista dei candidati per il Consiglio Comunale in  preparazione da parte del loro gruppo. Mannelli e Gufoni, per chi non lo sapesse, sono tra i fondatori del meet up grillino denominato Prato 2 adesso confluito in "Prato Insieme a 5 Stelle". Sarà sufficiente questa mossa a calmare le acque in casa stellata? Probabilmente no! Solo la "conta" elettronica, forse, riuscirà a mettere la parola fine nell'inquietante vicenda pratese. Auguri!!
N.B. Sulla home page del blog è possibile votare il proprio partito (o lista) preferito! E' solo un divertissement, naturalmente.

Posta un commento