mercoledì 2 aprile 2014

PESCI D'APRILE



Come da antica tradizione anche ieri, primo aprile, non sono mancati, nemmeno nella nostra città, pesci d'aprile d'ogni tipo e natura. Quotidiani cartacei, giornali on line, TV, Radio e blog si sono riempiti delle classiche "notizie" taroccate.
Volendo stilare una classifica del più bel pesce d'aprile noi metteremmo al primo posto il lancio effettuato dai magnifici 7 di Forza Italia: nel prossimo futuro, se verremo riconfermati al governo cittadino, venderemo le quote Consiag di proprietà comunale! Bellissima trovata! Anche se della serie "dejavu". In effetti questa boutade aprilante era già all'interno dei programmi del centrodestra del 2009. Ed a chi gli faceva notare che invece di vendere le azioni Consiag il sindaco Cenni ha provveduto a stilare accordi segreti e "secretati" con la società di Via Panziera gli esponenti del centrodestra hanno sempre risposto che, con questa normativa societaria, è impossibile per il Comune di Prato cedere le proprie quote e dunque era necessario trovare accordi con la dirigenza del Consiag stesso. Ma siccome la legge sulle partecipate non risulta affatto mutata non si comprende come il centrodestra possa, dal 26 maggio in poi, fare quello che non ha fatto nei cinque anni trascorsi. Dunque un bel pesce d'aprile a cittadini ed elettori. Bravi!
Al secondo posto dei "pesci" metteremmo la notizia che una gelateria cittadina si sta attrezzando per la consegna a domicilio dei coni gelati. Copiando quanto già fatto a Pisa e Livorno. Una notizia "agghiaggiande", come direbbe un notissimo allenatore di calcio.
Al terzo posto deve essere obbligatoriamente collocata la notizia, evidentemente farlocca, dell'intenzione di Enrico Mencattini e della minoranza dell'UDC cittadina, schiacciata nel partito dallo strapotere del segretario-dittatore Giovanni Bambagioni, di fare accordi con Matteo Biffoni ed il PD.     
Al quarto posto collocheremo la notizia che il Comitato per la Riqualificazione del Soccorso (che smentisce l'adesione ad una fantomatica lista civica "NO Viadotto".....) ha preso l'iniziativa di contestare la procedura con la quale il Comune di Prato ha dato l'avvio alla realizzazione del viadotto della "declassata" (e si capisce perchè...). Dove pare essere stata del tutto taroccata la parte amministrativo-burocratica del progetto. Notizia del tutto "incredibile" poichè trattasi di opera che complessivamente costerà alle pubbliche finanze la somma di 25 milioni di euro (per il momento).
Al quinto posto dei "pesci" metteremmo l'annuncio che a guidare la lista civica "Prato e..'La Nazione' con Cenni" che si caratterizza per la forte impronta, voluta dal sindaco stesso, NO Peretola, sarà Alessandro Benelli, imprenditore tessile. Che, intervistato dall'embedded, non ha difficoltà ad ammettere di essere invece assai favorevole all'ampliamento dell'aeroporto fiorentino!
Sesta posizione per la discesa in Campo (Sebastiano) di Giancarlo Auzzi con la sua nuova creatura "Alleanza Sociale per Prato"(ASPP...auzz...). Che ha come contrassegno un incerto cuoricino tricolore che ammicca al simbolo del Front National di Marine Le Pen. E che nel calembour del titolo rimanda ad "Alleanza" Nazionale ed al più antico e flambant Movimento "Sociale". Sicuramente saranno Risaliti (Riccardo), anche nel nome, alla tradizionale destra moderata italiana. Forse per non confondere ulteriormente i già frastornatissimi elettori.   
All'ultimo posto, non foss'altro per una naturale ritrosia a parlare di noi, deve essere collocata la nascita della lista civica "Liber@Mente"(http://liberamenteprato.blogspot.it/2014/03/libermente-giugni-ce.html) . Sorta per iniziativa di Vittorio Giugni e Jonathan Targetti. Che ha visto subito l'adesione in corsa di Filippo Bressan e Pasquale Bove, ai quali vanno i nostri più sentiti e cordiali ringraziamenti. "Liber@Mente" ha causato qualche immediato dispiacere agli amici del M5S (lista certificata). Il commento ("L'avevo detto io") affatto benevolo di una precog qualificata (http://primaveradiprato.blogspot.it/2014/04/nella-girandola-delle-elezioni-9-lista.html). La nota (http://www.notiziediprato.it/news/vittorio-giugni-si-candida-a-sindaco-alla-guida-di-una-lista-che-pero-lo-disconosce) "proibizionista" dell'antiproibizionista Simone Lappano. L'incredulità di qualche mass media (http://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2014/04/01/news/vittorio-giugni-candidato-sindaco-ma-e-un-pesce-d-aprile-1.8963482). Il silenzioso stupore di molti! L'assenso convinto di molti amici dei social media!
Ai lettori che ci seguono il compito di stabilire, se vi riusciranno, quale tra le notizie "pesce" riportate è la più verosimilmente adatta al primo d'aprile cittadino!
    
Posta un commento