sabato 12 aprile 2014

VERSO LE ELEZIONI: CANDIDATI PD E LISTA CIVICA BIFFONI

Sulla home page del blog (www.liberamenteprato.blogspot.it)

 è possibile votare il proprio partito (o lista) preferito! 
  

Ricapitolando. Ad oggi la situazione di candidati sindaci, partiti, liste e movimenti che saranno, probabilmente, presenti alle elezioni del 25 maggio è la seguente:

ROBERTO CENNI - Coalizione composta da: Lista civica "Prato con Cenni", Forza Italia, Lega Nord, UDC, Fratelli d'Italia, Prato Libera e Sicura; Alleanza Sociale per Prato; Io Cambio. All'interno della civica "Prato con Cenni" saranno ospitati esponenti di  Giovani e Famiglia, Socialisti Riformisti, La Nostra Città (lista virtuale di Paolo Calamai);

MATTEO BIFFONI - Coalizione composta da: PD, Lista civica Biffoni, SEL, Federazione della Sinistra, IDV, Scelta Civica. All'interno della Lista Biffoni saranno presenti esponenti del PSI, del Centro Democratico, della minoranza dell'UDC;

MARIANGELA VERDOLINI - sostenuta da M5S;

CARLO LA VIGNA - Sostenuto da NCD;

PAOLA PANCINI - Sostenuta da "La Città per Noi";

RICCARDO BINI - Sostenuto da "Città Forte";

EMILIANO BONINI - Sostenuto da "Indipendenti per Prato" con "Fare per Fermare il Declino";

GISBERTO GALLUCCI - Sostenuto dal Partito Umanista;

MARIO TOGNOCCHI - Sostenuto da "Scaricare Tutto Tutti";

ROBERTO DEI - Sostenuto da "La nuova Prato di tutti noi" (Se manterrà una propria autonoma presenza in considerazione dei colloqui in corso con altri candidati sindaci ed altre coalizioni).

10 candidati a sindaco! Sostenuti da 21 liste. Che, a loro volta, contengono altri 8 tra partiti, liste civiche e movimenti. Per tutti e per tutti i gusti.  In queste ore quasi tutte le liste sono impegnate nella raccolta delle firme necessarie per la presentazione. E, dunque, hanno già definito sia i candidati che le alleanze. Elementi evidentemente indispensabili, poichè previsti dalla Legge, per poter procedere alla raccolta delle firme degli elettori pratesi.  
Non risultano ancora completate, e dunque non è iniziata la raccolta delle firme, le liste di PD; Lista civica Biffoni; Lista Civica Cenni; Forza Italia; UDC; Fratelli d'Italia; La Nuova Prato di Tutti Noi.
Particolarmente macchinosa appare la composizione della lista del Partito Democratico. E quella della lista civica Biffoni.
Massimo Carlesi, Maurizio Calussi, Simone Mangani, Roberto Mennini, Nicola Oliva, Ilaria Santi, Cristina Sanzò, Luca Vannucci, Serena Tropepe, Matteo Giachi, Lorenzo Rocchi, Gabriele Alberti, Monia Faltoni, Filippo De Rienzo, Marco Monzali, Luca Roti, Giulia Anichini, Marco Sapia, Daniele Pinai.
E' l'elenco dei primi 19 (probabili) candidati del PD alle prossime elezioni comunali. Otto di loro sono consiglieri uscenti. Cinque sono donne. Almeno uno di questi nominativi (Monzali, tanto per non far nomi...) è fortemente incerto. A due settimane dalla consegna delle liste quella dei democrats pratesi sembra in ritardo. La difficoltà di chiuderla appare evidente. Prendendo per buono l'elenco dei diciannove prima indicati mancano ancora all'appello 13 nominativi. Di cui almeno sei debbono essere, obbligatoriamente, donne. Giacchè per il meccanismo delle cosiddette "quote rosa" la presenza femminile in lista non può essere inferiore ad undici unità. Ovvero un terzo dell'intera lista da presentare. Mancano così, oltre alle 6 donne, almeno altri 7 maschi. Probabilmente la capolistura è già decisa: dovrebbe spettare di diritto al confermato capogruppo uscente (ex candidato sindaco perdente del 2009) Massimo Carlesi. Tutto il resto ancora da decidere. Comprese le complicate alchimie correntizie. Pare che la decisione finale sulla composizione della lista democratica sarà presa nella riunione di direzione in programma la prossima settimana.
Ancora due o tre giorni di tempo, pertanto, per Gabriele Bosi e la sua segreteria per lavorare alla definizione degli ultimi ingressi in lista ed al puzzle delle appartenenze.
Ancora più indefinita appare la costruzione della lista civica che dovrebbe appoggiare la candidatura di Matteo Biffoni. Della quale non è ancora stato reso noto il simbolo. E di cui si conoscono, attraverso indiscrezioni non confermate, pochissimi candidati.
Si sta accumulando, a nostro parere, un certo colpevole ritardo. Ad esempio sulla concorrente ed avversaria lista civica del sindaco uscente. Che da 15 giorni ha già reso noto simbolo e capolista della sua lista  "personale". Ritardo che, naturalmente, non ha niente di drammatico o di irreparabile. Tuttavia pare chiaro che ogni giorno perduto sia nella conoscenza del simbolo che nella conoscenza dei 32 candidati potrebbe avere qualche riflesso sui risultati elettorali conseguiti o conseguibili dalla lista stessa. Appare chiaro, infatti, che una lista nuova ha bisogno di assai più tempo per essere conosciuta , sia come simbolo sia come composizione, dagli elettori.
La prossima settimana dovrebbe essere quella decisiva. Anche perchè, in realtà, dopo non resterà che il tempo necessario ad assolvere alla raccolta delle firme ed alla presentazione che, per tutti, scade alle ore 12 del prossimo 26 aprile.
Posta un commento