sabato 10 maggio 2014

VERSO LE ELEZIONI: CON MATTEO BIFFONI PER PRATO


Sulla home page del blog è possibile votare il proprio partito (o lista) preferito!

Ad ormai due settimane dalla data del voto per il Comune di Prato è giunto anche il tempo per qualche riflessione sull'andamento della campagna elettorale e sul ruolo che vi stanno giocando le varie liste.
Oggi proviamo a ragionare sulla lista civica "Con Matteo Biffoni per Prato". Che è la vera novità di questo appuntamento elettorale pratese. Mai prima di questa volta il PD (e ancor prima il PCI/PDS/DS) aveva giocato la carta di una lista intitolata al proprio candidato sindaco. Che era un'ipotesi spuntata anche nel 2009 a sostegno di Massimo Carlesi. Ma immediatamente affondata dalla dirigenza d'allora del PD. I motivi della scarsa o nulla propensione dei democrats a fare ricorso a queste liste d'opinione è sicuramente una valutazione sull'esito elettorale della "Ditta" principale. Troppo grande la voglia di raccogliere più consensi possibili sotto le insegne "ufficiali" per rischiare qualche abbandono, seppur temporaneo e locale, del segno sul simbolo principale! Purtuttavia le liste civiche del sindaco nel campo del centrosinistra hanno iniziato a farsi vive e ad essere pure decisive. Ad esempio per l'elezione del sindaco Marco Doria a Genova. La lista a lui intestata raccolse oltre l'11% dei voti e quasi 27.000 elettori. Anche a Roma, la Lista Marino (7,41% e 75.500 elettori) risultò determinante nella vittoria dell'ex chirurgo ed ex senatore PD. In quella lista, tra l'altro, fu eletto anche Riccardo Magi, segretario dell'associazione radicale romana! 
Così quando anche a Prato fu presa la decisione di costituire la lista "Con Matteo Biffoni per Prato" la salutammo assai favorevolmente dando, come associazione radicale "Liber@MentePrato", la nostra immediata adesione. Alla lista hanno aderito, inoltre, anche il PSI, la lista civica "Taiti per Prato" e vari esponenti di altre forze politiche (dall'UDC ai repubblicani). 
Hanno aderito, e si sono candidati, inoltre alla lista civica "Con Matteo Bifffoni per Prato" personaggi e personalità provenienti sia dalla società civile che da esperienze in altri movimenti e partiti politici.
Costruendo, con queste modalità e forme, una bella rappresentazione pratica delle idee e dei valori che sono alla base della proposta politica complessiva di Matteo Renzi.
Era lecito, pertanto, attendersi un ruolo estremamente significativo della lista nel corso della campagna elettorale. Che invece, purtroppo e per il momento, è restato quasi del tutto marginale. Come ci viene fatto notare anche da diversi cittadini, della lista "Con Matteo Biffoni per Prato" è difficile conoscere lo stesso emblema. Non un manifesto e non un volantino risulta in diffusione cittadina con quel simbolo. Neppure nella sede del Comitato Biffoni ve n'è traccia. Nessuna iniziativa specifica della lista è stata messa peraltro in cantiere fino ad oggi. Solo l'attivismo di alcuni dei 32 candidati testimonia la presenza di "Con Matteo Biffoni per Prato" in questa campagna elettorale. D'altronde non risulta costituito neppure un comitato di coordinamento della lista. Pertanto è anche impossibile conoscere chi e come prenda (o non prenda) determinate decisioni.
Lungi da noi il voler drammatizzare più di tanto la questione. Anche perchè, normalmente, la campagna elettorale che conta deve ancora arrivare. Sono le ultime due settimane, gli ultimi dieci giorni, solitamente, quelli che contano maggiormente nell'influenzare il parere dei cittadini. E, dunque, v'è tempo e modo anche per la lista civica "Con  Matteo Biffoni per Prato" di farsi conoscere e riconoscere come soggetto politico essenziale e forse determinante della coalizione di centrosinistra. Occorre, però, una scossa. E' necessario, opportuno ed indispensabile stabilire modi e tempi dell'attiva presenza politica della lista "Con Matteo Biffoni per Prato" nelle ultime e decisive fasi della campagna elettorale.   

Sulla home page del blog è possibile votare il proprio partito (o lista) preferito!  

Posta un commento