giovedì 19 giugno 2014

AREA METROPOLITANA, CASCINE DI TAVOLA, GONFIENTI, TRANVIA, VIGILI URBANI


Si è concluso con tre impegni che la Regione è pronta a formalizzare a breve l’incontro  tra il sindaco Matteo Biffoni e il Governatore Enrico Rossi: riqualificazione di Gonfienti, acquisizione della Fattoria Medicea delle Cascine di Tavola e finanziamento per potenziare la polizia municipale......Rossi si è impegnato a formalizzare e concludere sull’acquisizione e la riqualificazione dell’area di Gonfienti con un impegno di 3,2 milioni di euro....... Altra partita importante quella relativa alle Cascine di Tavola, per la cui acquisizione è andata deserta anche l’ultima asta: “Prima che l’inverno porti ulteriori danni alla Fattoria Medicea è necessario un intervento di messa in sicurezza dell’edificio. Ma l’intervento garantito dal Governatore Rossi va oltre, con l’impegno da parte della Regione di acquisire le Cascine – ha sottolineato il sindaco Biffoni -. Questo consente di garantire la tutela del patrimonio e di cominciare a lavorare in sinergia per un concorso d’idee o una valutazione di come utilizzare e ravvivare l’area. E’ un bene prezioso non solo per la città di Prato, ma per tutta la Toscana, un patrimonio che è bene resti pubblico”.  Infine, la Regione è disposta a offrire risorse al Comune di Prato per il potenziamento della Polizia municipale con un finanziamento, ancora da quantificare, che porterebbe all’assunzione di nuovi agenti....... Un’operazione che porterà nel Comune dai 30 ai 50 agenti in più grazie a un potenziamento degli organici che non è sottoposto al Patto di stabilità. 

In attesa di ascoltare oggi pomeriggio in Consiglio Comunale le linee politico-amministrative portanti della Giunta Biffoni, questo stralcio del comunicato ufficiale del Comune di Prato dà conto dei risultati del primo incontro, ancorchè breve, tra il nostro Sindaco Matteo Biffoni ed il governatore della Regione Enrico Rossi. Sono buone notizie! Anzi ottime notizie! Finalmente la Regione Toscana esce dalle promesse e dalle premesse fumose del passato ed indica tre campi d'intervento concreti. Accompagnati dall'ufficializzazione (ed anche monetizzazione..) degli impegni regionali "a favore" di Prato. Potremmo aggiungere a queste tre punti anche l'altro impegno (assunto dopo il rogo ed i 7 morti nell'azienda cinese di Via Toscana....) di inviare in città un buon numero di ispettori regionali ad integrare e rafforzare i sistemi di controllo preventivo sulla legalità e sulla sicurezza del sistema produttivo asiatico all'interno del nostro distretto industriale.
Peraltro ancora da concretizzare.
Particolarmente rilevante, ed anche inedito, l'impegno per la valorizzazione del sito archeologico di Gonfienti. Non solo in relazione all'acquisizione dell'area di proprietà adesso della società Interporto Spa. Ma anche, e soprattutto, per il futuro assetto degli scavi e dei ritrovamenti etruschi. Tra l'altro l'argomento "Gonfienti" nel programma presentato da Matteo Biffoni al momento della sua candidatura a sindaco occupava uno spazio marginalissimo (Si alla valorizzazione dell’area archeologica di Gonfienti. Il sito etrusco è un bene ambientale e culturale che necessita di ulteriori studi di approfondimento storico da parte del mondo scientifico e conseguentemente di una promozione adeguata nel circuito turistico provinciale e regionale.), pari a quello dedicato alla Pallagrossa, per intenderci. 

Estremamente positivo, a leggere almeno il resoconto che ne fa il Corriere Fiorentino, anche l'incontro e le intese di Matteo Biffoni col sindaco di Firenze Dario Nardella. Particolarmente interessante l'accordo per il prolungamento della tranvia da Peretola a Prato. Assai intrigante, specialmente per noi, il ragionamento, del tutto condivisibile sull'area metropolitana. Se il buongiorno si vede dal mattino.......

Posta un commento