venerdì 20 giugno 2014

LA VITA E' BELLA (ANCHE IN PANTALONCINI CORTI)



Tanta roba ieri. Prima, durante e dopo la riunione del Consiglio Comunale. Nella preliminare riunione dei capigruppo sono state decise composizioni e presidenze delle Commissioni consiliari. Nessuna sorpresa, o quasi. Quattro presidenze vanno a consiglieri del PD (Sanzò; Roti; Carlesi; Alberti) una alla consigliera della lista Biffoni Marilena Garnier; quella della commissione di controllo ad un membro dell'opposizione. Le commissioni risultano così composte:

Commissione 1, "Affari Generali, Personale, Sistema Informativo e Comunicazione": Marilena Garnier, Massimo Carlesi, Cristina Sanzò, Roberto Mennini, Paola Tassi, Rita Pieri, Alessandro Benelli e Mariangela Verdolini.

Commissione 2, "Sviluppo Economico, Finanze, Patrimonio, Politiche Comunitarie": Cristina Sanzò, Rosanna Sciumbata, Roberto Mennini, Luca Roti, Lorenzo Rocchi, Roberto Cenni, Alessandro Giugni e Antonio Longo.

Commissione 3, "Sicurezza urbana, Lavori pubblici, Mobilità, Trasporti": Elena Bartolozzi, Antonio Napolitano, Serena Tropepe, Luca Roti, Filippo Giovanni De Rienzo, Giorgio Silli, Antonio Longo e Aldo Milone.

Commissione 4, "Urbanistica, Ambiente, Protezione Civile": Massimo Carlesi, Marco Sapia, Luca Vannucci, Paola Tassi, Maurizio Calussi, Serena Tropepe, Roberto Cenni, Alessandro Giugni, Emanuele Berselli e Gabriele Capasso.

Commissione 5, "Politiche Sociali, Istruzione, Cultura, Sport, Politiche dell'Immigrazione, Politiche Giovanili": Gabriele Alberti, Roberta Lombardi, Claudia Longobardi, Lorenzo Rocchi, Gianni Bianchi, Dante Mondanelli, Rita Pieri e Silvia La Vita.

Commissione "Controllo e Garanzia": Antonio Napolitano, Luca Vannucci, Marco Sapia, Gabriele Alberti, Marilena Garnier, Giorgio Silli, Aldo Milone, Dante Mondanelli e Mariangela Verdolini.

Marilena Garnier; Massimo Carlesi; Marco Sapia; Luca Vannucci; Mariangela Verdolini; Lorenzo Rocchi; Aldo Milone; Paola Tassi; Antonio Napolitano; Gabriele Alberti; Antonio Longo; Luca Roti sono i consiglieri presenti in due commissioni. Singolare il caso di Luca Vannucci. Annunciato dal sindaco come suo consigliere per lo Sport risulta nominato in due commissioni. Ma non in quella che si occuperà di  sport! Interessante caso di consigliere senza delega e senza commissione di competenza!! Richiesto di un commento il delegato pratese del CONI, avvocato Massimo Taiti, si trincera dietro un eloquente "No comment"!!
A parte questa stranezza istituzionale il Consiglio Comunale di ieri è stato però dominato dal caso shorts! Una consigliera pentastellata, la tizianesca Silvia La Vita, s'è presentata all'adunata con i suoi pantaloncini corti d'ordinanza! Pare che la presidente del consiglio comunale, Ilaria Santi, a sua volta sollecitata da altra consigliera, abbia eccepito su quel capo d'abbigliamento. Non ritenuto consono al decoro dovuto alla sala maggiore del Palazzo Comunale. Anche se della querelle non c'è stato cenno ufficiale (tutto si è svolto prima dell'avvio della riunione) il caso si presta a qualche considerazione. 
Chi invoca rispetto per il decoro da osservare nelle riunioni del consiglio comunale lo fa a ragion veduta. Ci par pacifico che i 32 consiglieri lo debbano osservare. Per rispetto del luogo istituzionale e, forse anche di più, per rispetto del pubblico. Non importa se tanto o poco numeroso che decide di assistere alla riunione consiliare. L'unico problema che si pone, tra i diversi, è la definizione di decoro! Il Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale non dice niente in proposito. Allora chi è che deve decidere se un abbigliamento (ovvero un comportamento..) è decoroso o meno? Può essere un altro consigliere comunale? Ne dubitiamo fortemente! Spetta al presidente del Consiglio Comunale stabilire chi non osserva il decoro dovuto all'aula? Esprimiamo fortissimi dubbi!   
Quando agli inizi degli anni '50 il grande Giuseppe De Santis girò il meraviglioso "Riso Amaro" menò scandalo la visione della stupenda Silvana Mangano con gli attillatissimi pantaloncini corti della mondina e i lunghissimi (ed erotici..??) stivaloni di gomma! Parecchi commentatori dell'epoca gridarono allo scandalo. Troppa la carne mostrata dalla procace attrice italiana! A ripensarci adesso viene da sorridere! Per dire che il "decoro" è sicuramente frutto del "gusto e del costume" di un'epoca. Pare dunque assai fuori luogo giudicare indecoroso il pantaloncino corto della bella Silvia. Anche perchè a sparare questi giudizi si sa dove si comincia ma non si sa dove si finisce. Sul web, infatti, c'è anche chi porta critiche al coloratissimo vestito dell'altra consigliere grillina Mariangela Verdolini!
Dunque, a nostro parere, il concetto di decoro è da lasciare alla libera interpretazione di ognuno dei 32 consiglieri. Che, tuttavia, saranno alla fine giudicati non tanto per il loro aspetto o il loro abbigliamento quanto per il lavoro, decoroso o meno, che avranno fatto a favore della città!
Nel corso del Consiglio Comunale è occorso, infine, un altro "incidente". Pare che per disposizione della presidente del consiglio Ilaria Santi, al pubblico sia stato impedito di fotografare la riunione ed i presenti. I Vigili Urbani in servizio hanno da prima impedito di scattare foto con l'utilizzo del flash! Successivamente, in attesa di ulteriori chiarimenti da parte della presidenza, glli stessi Vigili hanno tuttavia consentito a chiunque di scattare fotografie. Con o senza flash! In attesa di saperne di più ci preme osservare come, ove il divieto di foto e/o di riprese filmate delle riunioni del consiglio, dovesse essere regolamentato ci troveremmo di fronte ad una disposizione assurda ed incomprensibile. Peraltro frutto di una decisione che innova, negativamente, rispetto alla passata sindacatura. Aggravata dal fatto che solo i "giornalisti" sarebbero esentati dall'imposizione. Ed i bloggers??? Ed i cittadini???  
Posta un commento