giovedì 28 agosto 2014

GIORGIO SILLI: INTERVISTA



Nato a Firenze il 16.07.1977

Professione: Imprenditore; Perito


Titoli di studio: 
Diploma di Chimico presso ITIS Buzzi;
È iscritto alla Facoltà di Scienze Politiche e parla cinque lingue.


Incarichi istituzionali

Membro della Segreteria Regionale PDL fino al 2013; nell’Ottobre 2011 è stato nominato per Decreto Ministeriale Consigliere del Ministro per i Beni e le Attività Culturali. Dal 2006 al 2009 è stato Coordinatore comunale di Forza Italia. Dal 2007 al 2009 ha ricoperto l’incarico di Vice Segretario provinciale del medesimo partito. E’ stato membro del Comitato minori stranieri non accompagnati al Ministero delle Politiche Sociali. Dal 2009 al 2014 ha ricoperto l’incarico di Assessore ai Rapporti con l’Unione Europea, alle Relazioni con il pubblico e alle Politiche d’integrazione. E’ attualmente presidente provinciale di Forza Italia oltre che responsabile nazionale immigrazione del medesimo partito.

Incarichi nella società civile

È stato delegato Regionale di Confindustria giovani.
Onoreficenze varie: Cavaliere dell’ordine al merito della Repubblica Italiana;
Cavaliere dell’ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

Interessi personali

Interessi verso la musica lirica, swing, politica estera, storia rinascimentale e romana e storia della Chiesa.(Comune.Prato.it)
Giorgio Silli è, per la seconda volta consecutiva, recordman di preferenze: stavolta ne ha conseguite 1.050. Nel 2009 ne ebbe 1.766!! 

Buongiorno Silli. Prima di tutto ci vuol dare la sua "giustificazione" per l'assenza alla cena di mezz'estate del centrodestra pratese sotto il fico d'Amerigo? Come ha visto Roberto Baldi non ha fatto passare sotto silenzio la sua mancanza (http://liberamenteprato.blogspot.it/2014/08/il-fico-damerigo-ed-il-centrodestra.html)

La storica cena sotto il fico non e’ una cena del centrodestra e’ qualcosa di piu’! E’ una cena che va avanti fin dai gloriosi tempi della forza italia di inizio anni 2000….anzi forse io sono l’invitato che da minor tempo fa parte del partito.
Vi partecipano comunque anche esponenti di altre forze politiche. E’ una cena di amici che ha come oggetto della discussione la politica ma non e’ ne una cena di partito in senso stretto ne una cena di corrente.
Avrei voluto partecipare davvero, come ho fatto per anni, ma quella sera mi trovavo a Roma. Quindi la mia assenza non ha avuto nessun tipo di secondi fini.


E già che ci siamo ci vuol dire perchè, secondo le sue informazioni, l'amministrazione comunale non ha ancora ripristinato il tratto della via che porta a Cerreto costringendola ad affrontare le svolte di Schignano?

Ahahahah.... questa e’ una bella domanda. L’amministrazione cosi’ facendo non costringe solo me ma decine di famiglie che vivono a Cerreto ad allungare sensibilmente la strada da percorrere per arrivare a Figline. Ho presentato una regolare interrogazione in consiglio comunale proprio perche’ la frana vi e’ stata diversi mesi fa e la risposta ufficiale dell’assessore e’ stata che per motivi economici entro il 2014 verranno fatti degli studi geologici per approfondire la questione in quel tratto di collina e entro il 2015 la strada verra’ riaperta.

Come sostiene il nostro comune amico Baldi lei è il "pigliatutto" di Forza Italia a Prato: consigliere comunale con record di preferenze personali; presidente della commissione di controllo del Consiglio Comunale; consigliere nazionale di F.I. per le questioni dell'immigrazione; recente nomina regionale a Presidente provinciale di Forza Italia. Come ci si vede in questo ruolo di "pigliatutto"??

Non sono il pigliatutto. Un partito e’ forte se i traguardi si raggiungono insieme. Il fatto che io rivesta alcuni ruoli contemporaneamente e’ un caso.

Andiamo per gradi :

consigliere comunale: con Rita in accoppiata abbiamo raggiunto un grande traguardo sulla base di un enorme lavoro in questi anni. Tante preferenze proprio perche’ non ci siamo mai negati a nessuno

Responsabile Nazionale immigrazione del partito: e’ un nomina ricevuta dal presidente Berlusconi in virtu’ della mia delega che ho avuto negli ultimi 5 anni di assessore all’immigrazione di Prato. Ne sono onorato ma mi creda, c’e’ tanto lavoro da fare ! fra l’altro cosa molto importante e per niente scontata, la nomina e’ completamente a titolo gratuito e anche per le trasferte a Roma (molte) non vi e’ nessun rimborso !

Presidente commissione controllo e garanzia : e’ normale amministrazione; quando siamo eletti consiglieri comunali tutti siamo chiamati a rivestire anche il ruolo di commissari in alcune commissioni consiliari

Presidente Provinciale del partito: anche questa una nomina che mi onoro di avere ricevuto soprattutto perche’ succedo al Senatore Mazzoni che tanto ha fatto per la citta’. Non e’ stato un atto di imperio o una nomina calata dall’alto. Bensi’un qualcosa di condiviso con tutto il partito e soprattutto non un qualcosa che andra’ avanti all’infinito. A breve ci saranno i congressi comunali. Poi vedremo.


Le elezioni del 25 maggio scorso sono state ampiamente negative per il centrodestra pratese e per F.I.. Dal 44,39 conquistato nel 2009 dalle liste che sostenevano Cenni siete scesi al 28,57%. Nel 2009 il PDL conquistò il 32,48% dei voti. Alle ultime elezioni Forza Italia si è fermata al 10,12%. Anche considerando le liste civiche amiche la percentuale dei voti andati al centro destra supera di poco il 20%. I vostri alleati scompaiono: la Lega Nord passa dal 5,07 del 2009 all'1,22% attuale; l'UDC dal 3,20 allo 0,93%. Numeri che appaiono assai impietosi. Eppure non ci sembra che sia avvenuta all'interno della vostra parte politica una grande riflessione. Come mai?

Abbiamo fatto stiamo facendo una grandissima riflessione. Proprio per questo motivo nelle prime settimane dopo l’elezione di Biffoni con il mio partito abbiamo preferito misurare le uscite a mezzo stampa. Il mondo da 5 anni a questa parte e’ cambiato, la politica e’ cambiata ma soprattutto la sinistra e’ cambiata (e’ quasi diventata destra !!)….anche se i comunisti checche’ se ne dica esistono ancora. Eccome se esistono !

Inoltre qualcosa non ha funzionato con il voto civico. In alcuni casi la moltitudine di piccole liste e di liste civiche anziche’ solamente catalizzare il voto di chi non avrebbe votato Forza Italia, ha drenato una parte di voti da Forza Italia stessa.


E' giunto al suo nuovo ruolo di Presidente provinciale di Forza Italia per effetto di una cooptazione del Presidente regionale. Non ritiene che vi sia una qualche contraddizione rispetto alle posizioni che sosteneva in passato quando è stato uno degli animatori del movimento dei "formattatori" al seguito dell'ex sindaco di Pavia Cattaneo?

Per niente. Quando si decidera’ di contarsi con congressi, primarie o voti di preferenza, saro’ ben felice di farlo. Credo che la sana competizione interna in un partito stimoli a coinvolgere sempre nuovi elettori.

Molti osservatori ritengono che in questi tre mesi trascorsi dalle elezioni il ruolo d'opposizione che il voto ha consegnato al centrodestra sia stato quasi nullo. Pochissimi interventi critici sulla nuova Giunta. Poche idee per una ripartenza. Quali le ragioni a suo giudizio?

Non credo che la politica, per chi la fa, possa essere un hobby o un passatempo. Non credo neppure che il lavoro politico di opposizione si debba misurare in base al numero di cene organizzate o in base al numero di comunicati stampa. Il gruppo di Forza Italia, non vorrei sbagliarmi, ma e’ il gruppo di opposizione che piu’ ha prodotto, spesso con gli altri amici che con noi sono in minoranza, in termini di interrogazioni, question time ecc.

Come ho detto poc’anzi in politica ci sono i momenti dove si deve alzare la voce e se caso scendere in piazza ed i momenti dove si deve riflettere. Non dimentichiamoci che i pratesi ci hanno dato un segnale molto chiaro.

L’importante e’ comunque continuare ad essere sempre disponibili per tutti, come abbiamo fatto negli ultimi 5 anni.


Nella scorsa sindacatura ha ricoperto il ruolo di Assessore all'Integrazione. Ci sono cose che avrebbe voluto fare e non ha potuto fare? Ci sono errori che ha commesso? E se sì quali?

Purtroppo all’esterno si e’ convinti che vincere le elezioni amministrative in una citta’ equivalga a possedere una sorta di bacchetta magica che in un giorno risolve tutti i problemi…..poi pero’ si scopre che dobbiamo confrontarci con provincia, regione e politica centrale soprattutto per materie complesse come l’immigrazione.

Rimanderei pero’ questo argomento ad una prossima intervista ad hoc. Una cosa posso dire con certezza…..diffidate sempre da chi promette quello che non si puo’ mantenere. Ogni tanto si legge di sindaci sceriffi che vengono venerati come Santi perche’ hanno promesso cose ‘’forti’’…ebbene piano piano si sgonfiano proprio perche’ certe cose non sono attuabili nel nostro paese senza incidere sulla legislazione nazionale.


Il quadro politico nazionale, il governo Renzi, pare poggiare, sostanzialmente, sull'accordo politico del PD con il tuo ex segretario Angelino Alfano ed un "lasciapassare" di Silvio Berlusconi. Hai qualcosa da obiettare rispetto a questa situazione? Ritieni possibile un riverbero pratese della governance nazionale?

Per come appare, il quadro nazionale e’ quanto mai complesso.

Anzi sono sicuro che da quando Lei ha scritto queste domande ad oggi sono cambiate diverse cose. Propongo di attendere e di valutare successivamente quello che e’ meglio per il paese e per la citta’. Badi bene ho detto per il paese e per la citta’….non per il partito….come spesso avviene a sinistra.


Il suo compito principale sarà quello di ricostruire lo schieramento del centrodestra pratese. Quali saranno le sue prime mosse?

Il mio compito sara’ quello di rafforzare Forza Italia. Dello schieramento ne parleremo poi.

Innanzi tutto non sara’ il segretario a intervenire su tutto ma chi ha le competenze in certe materie potra’ intervenire politicamente in maniera autonoma, secondo la linea del partito. Chi parla di qualcosa deve intendersene e nessuno e’ un tuttologo. Quindi a breve verra’ nominata una segreteria caratterizzata dalle conoscenze di chi ne fa parte.


Pur essendo all'opposizione il centrodestra cittadino rimarrà ancora per due anni almeno alla guida di importanti aziende pubbliche (Gida, Asm, Sori, Interporto). I "vostri uomini" in quale modo collaboreranno con la nuova amministrazione?

Ho una mia idea che prima condividero’ con elettori e partito. Per adesso preferisco non rispondere.

Che giudizio può esprimere sulla nuova Giunta Biffoni alla luce di quanto realizzato o progettato in questi tre mesi?

Dipende su cosa. Certamente quello che per adesso registriamo e’ un forte aumento delle imposte locali e una politica dell’ ‘’avanti c’e’ posto’’ per l’immigrazione. Con i colleghi Berselli, Giugni e Pieri, e con gli altri gruppi di opposizione stiamo osservando attentamente ogni mossa dell’amministrazione. 3 mesi sono pochi per sancire l’eventuale fallimento di un programma amministrativo.

L'anno prossimo ci saranno le elezioni regionali. Ci saranno da scegliere i candidati locali per la lista regionale. Da molte parti si auspica che anche il centrodestra ricorra per la scelta ad elezioni primarie. E' d'accordo?

Io parlo di Forza Italia e non dello schieramento di centro destra. Ognuno a casa sua fa quello che desidera.

Ricordo pero’ che la legge elettorale e’cambiata e suggerisco a tutti di leggersela bene. Per quanto riguarda le primarie interne al mio partito qualora la segreteria regionale decidesse di farle, come coordinatore sarei d’accordo.






Posta un commento