venerdì 22 agosto 2014

SOLANO, CASE BUTIA, CASE TOFANAIA, CERRETO, SOLANO (Passeggiata 3)

Superato il Paese di Figline continuate sulla strada che porta alla Collina ed a Schignano. Dopo i grandi tornanti, passato il lago di Cerreto, la strada spiana. Imboccate sulla vostra destra la stradina che porta al borghetto di Solano. Parcheggiate presso la trattoria "La Pergola". Davanti a voi vedrete un complesso di ex case coloniche perfettamente restaurate e ristrutturate.

Sorpassato questo gruppo di case, camminando tra campi e declivi,  costeggiate, al bivio per Cerreto, la prima abitazione (Villa Ghiardi) che incontrate. Alla vostra destra una strada asfaltata in leggera discesa (Via Malcantone e Vignone) 

vi porterà, in breve ad un pianoro prima di un gruppo di case. Adesso prendete la viottola sterrata sulla vostra sinistra. Dopo aver superato le ultime case prendete, alla vostra sinistra una nuova stradina sterrata che sale dolcemente. Stretti tra i campi e la boscaglia raggiungerete, a circa metà salita, un "tabernacolo" laico che indica un gravissimo fatto di sangue accaduto nel 1979.

 Salendo ancora, prima di arrivare alle prime case di Cerreto, prendete il viottolo che si apre alla vostra destra. Vi porterà al piccolo cimitero di campagna del Borgo.

 In un "quadro" isolato riposano diversi parenti del Triumviro della Toscana e Gran Maestro Giuseppe Mazzoni. Ultima la nipote Donna Ofelia Cipriani deceduta centenaria qualche anno fa.
Usciti dal cimitero continuate a camminare sul sentiero alla vostra sinistra. Un breve percorso attraverso il bosco vi condurrà alla strada asfaltata che esce da Cerreto. Prendete sulla destra. Di lì a poco arriverete ad una diramazione. A dritto un vetusto e malandatissimo cartello indica la strada per arrivare alla tomba di Malaparte sul monte Le Coste. 
A destra ci sone le "Case Butia", vecchie coloniche ristrutturate a residenze estive. 
Dall'aia di Case Butia si diparte un magnifico viottolo 

che, tra campi e oliveti una volta ben tenuti e con belle viste sulla città, 

vi condurrà a "Case Tofanaia" (capirete subito il perchè di questo toponimo...). 

Da Case Tofanaia conviene ripercorrere all'indietro il percorso fatto. I camminatori più sarcigni possono anche superare le ultime case e proseguire sul sentiero che li porterà, dopo una bella scarpinata, alle Sacca. Tornando indietro, invece, si percorre la strada asfaltata passando per il centro di Cerreto.





Poco dopo il paesino s'incontra la Chiesetta di San Michele. 

Adesso siamo in discesa. Alla vostra sinistra ed alla vostra destra si aprono delle vallette deliziose. 

Giunti ad un bivio (sulla destra si scorge la solitaria Villa Frosini) 

ci troviamo di fronte all'ex Scuola Rurale di Cerreto. Da tempo ristrutturata a villetta per civile abitazione.

Di lì a poco siamo di nuovo a Solano. Dove termina questa terza passeggiata circolare che potremo compiere in poco meno di 120 minuti. Buon cammino!!
Posta un commento