martedì 9 dicembre 2014

NATALE PANCALE, NATALE PITOCCO?

Chi ha pancalizzato il centro storico? E perchè? Sta suscitando un vortice di polemiche (non appena annunciato su FB questo articolo un paio di media embedded hanno schierato la loro "contraerea" con tanto di sondaggio, interviste e servizi fotografici...concidenza..??) l'addobbo in pallets delle piazze centrali della città.  Il risultato finale del "come ti riciclo il Natale" ha lasciato parecchi cittadini con un palmo di naso. L'effetto della collocazione dei pallets-pancali-panchine con annessi ciclamini sta animando il gossip sui media e sul web. Le opinioni sono diverse. Ma l'impressione è che la maggioranza dei pratesi non abbia apprezzato la scelta ecominimal effettuata dall'amministrazione comunale.
"Con i commercianti siamo impegnati a ricercare le risorse necessarie nell'ambito di un programma più ampio di iniziative per rendere più frizzante l'atmosfera natalizia"
Così annunciava, a metà novembre, l'assessore allo sviluppo economico Daniela Toccafondi alle pressanti richieste di conoscere quali programmi avesse disposto la Giunta Comunale per le prossime festività natalizie. 
Dallo scorso 6 dicembre i cittadini pratesi possono "ammirare" la "frizzante atmosfera natalizia"! A parte l'albero di Natale colorato di blu, collocato quest'anno solo in Piazza Duomo, e le "luminarie rosse" sparse in giro per piazze e vie del centro storico, l'intervento "creativo" a cura dell'amministrazione comunale si è materializzato in una serie di strutture realizzate con pallets grezzi sormontati da ciclamini.
Presente nel bric à brac pure la filodiffusione di musica a tema, un vialettino di cipressini nel Corso, una macchinetta per produzione di neve......
Ma quanto è costato il "Natale a Prato" 2014? Chi l'ha realizzato? E perchè è stato scelto questo speciale allestimento?
L'iniziativa è dell'assessore allo Sviluppo Economico Daniela Toccafondi con il contributo del Settore Edilizia (...forse per via dei pancali...??). In principio c'è stata una ricerca web di agenzie che si occupano di comunicazione in Toscana. L'esito ha favorito la scelta della ditta "Io Comunicazione e Eventi" di Massimo Innocenti, con sede a Montecatini Terme. Il metodo per l'affidamento dell'incarico è stata la trattativa privata diretta. Il costo della pancalizzazione: 50.000 euro!! Poco? Molto? Comunque una cifra importante soprattutto se si considera che si è trattato di sistemare nelle piazze del centro storico una cinquantina di pancali sormontati da fiori. Durata dell'evento: un mese. Dopo Befana il materiale potrà essere ritirato e riciclato. E, dunque, con i 50.000 euro si è pagata l'idea e la sua messa in opera. Singolare anche la scelta dell'agenzia pistoiese che ha realizzato gli addobbi. Davvero a Prato non esisteva un'azienda con le competenze necessarie per la realizzazione di tale progetto??  
Davvero non si poteva far di meglio anche con gli stessi soldi stanziati per i pancali? 
Segnaliamo, infine, che anche la Banca Popolare di Vicenza, bontà sua, ha voluto partecipare agli addobbi "regalando" ai pratesi una capannuccia, in stile con tutti gli altri addobbi, posta in Piazza Duomo vicino all'albero di Natale.






Posta un commento