lunedì 15 dicembre 2014

VIA CIRONI-VIA S.MARGHERITA


Via Cironi e Via Santa Margherita  collegano ortogonalmente la Via Magnolfi con Piazza Mercatale. Pur essendo centralissime (pochi metri dal Duomo..) sono adesso il simbolo del degrado di un pezzo della città. Una volta sede di botteghe artigiane e di residenze popolari sono via via state abbandonate dalla popolazione autoctona ed hanno visto l'insediarsi di cittadini in prevalenza nigeriani o maghrebini. Al posto delle vecchie botteghe hanno aperto numerosi esercizi etnici. 
Tutte e due hanno un grave problema: il traffico!!







Sicuramente più grave il "traffico" al quale è interessata la Via Cironi. Diventata ormai da tempo un centro di smistamento e spaccio di sostanze stupefacenti di ogni tipo e natura. Con la vicinissima Stazione di Porta al Serraglio, Via San Giorgio, Giardino della Passerella e Campino, Via Cironi raccoglie pushers e tossicodipendenti da tutta la regione. Attirati, probabilmente, dai prezzi "bassi" che vi si praticano, dalla quasi totale impunità assicurata a grossisti e pusher, e dalla vicinanza ai luoghi, sempre centralissimi, dedicati al consumo. L'associazione "Recuperiamoci", con Lorella e Paolo, aperta proprio in fondi sfitti della Via Cironi, pare essersi assunta, volontariamente, il compito di monitorare la situazione svolgendo anche funzioni di sostegno a chi volesse uscire dal circuito implacabile spaccio-consumo. Pochissimi gli interventi della mano pubblica. Nè l'amministrazione comunale, pur non lesinando annunci, nè Prefettura o Questura, sembrano in grado di arginare e/o mitigare questo stato di cose. Una banale misura come lo spostamento in Via Cironi del posto di Polizia adesso aperto in Piazza Duomo (100 metri da Cironi..) non ha ottenuto alcun risultato. Pare per l'opposizione netta dei sindacati degli agenti. Che non desiderano essere trasferiti dall'attuale comoda e silenziosa sede per finire nella "pericolosa" Via Cironi. Nessuno, per ora, ha visto in strada gli operatori antidroga promessi dall'assessore competente.    





Via Santa Margherita è invece sottoposta al traffico veicolare. In special modo delle tanto grosse autobus che girando con difficoltà dal Canto alle Tre Gore vi si immettono per raggiungere la piazza Mercatale. Santa Margherità è pure caratterizzata dalla massiccia presenza di una popolazione di colore. Quasi tutta composta da cittadini nigeriani che hanno soppiantato i vecchi abitanti dell'angusta strada cara a Filippo e Filippino Lippi.  
I cittadini, in maniera del tutto spontanea anche se solitaria, hanno iniziato una vertenza con l'amministrazione comunale affinchè almeno il traffico più pesante, rumoroso ed inquinante venga incanalato verso altre direttrici.










Posta un commento