lunedì 1 dicembre 2014

VIA DEL SERRAGLIO


Ci sono fatti nuovi in Centro Storico. Movimenti mai registrati prima. Che coinvolgono, com'è giusto che sia, commercianti e residenti. Iniziarono l'anno scorso quelli di Via Pugliesi (http://liberamenteprato.blogspot.it/2013/05/via-pugliesi.html). Rendendo quella bella strada, una volta quasi relegata al margine del "quadrilatero d'oro" centrale, una delle strade più interessanti della città. Dopo Via Pugliesi è stato un susseguirsi di "attenzioni" per la propria dimora e per la propria bottega. Via Santa Trinità, Via Cironi, Via Santa Margherita, Via Guasti, Via del Serraglio. Le iniziative sono tutte tese alla loro valorizzazione ed alla ricerca della minimizzazione del rischio di degrado che alcune di queste visibilmente attraversano. Droga, scippi, furti, sicurezza e traffico i problemi principali.  
Ci sembra giusto pertanto, cercare di saperne di più. Considerando questo "movimento" come una risposta unitaria di residenti ed esercenti situati nel centro storico alle difficoltà dell'oggi. Risposta ancora più rilevante in quanto non si tratta di proposte solo per attivare la pubblica amministrazione a "fare". Ma è essa stessa un "fatto", un tentativo di superare le crisi, le insicurezze, le infauste previsioni sul futuro. In buona sostanza sono gli stessi cittadini che si danno una mano da soli!!
La Via del Serraglio è una delle strade più popolari di Prato. Dalla Porta al Serraglio al Largo Carducci questa via centrale della città è sempre stata sede di rinomate e fortunate attività commerciali.  Principale accesso al centro storico pratese per chi proviene dal nord della città (per il sottopasso della ferrovia Prato-Viareggio). Deve probabilmente il suo nome al fatto che una volta al suo inizio verso la piazza Ciardi erano sistemati recinti per cavalli, vacche e bovi. 
Lungo la Via del Serraglio s'addensano molti negozi storici della città. Ed anche molte novità commerciali. 
Come in molte altre parti del Centro anche in Serraglio sono tanti i fondi attualmente sfitti. Singolare particolarità è che la maggior parte dei negozi chiusi si trovano sul lato sinistro della strada (venendo dalla Porta..). Mentre sul lato destro quasi tutte le botteghe e gli esercizi sono regolarmente ancora aperti. Chissà perchè. Proprio in questi giorni commercianti e residenti hanno costituito una loro associazione di strada. Primo compito rendere presentabili e più "gradevoli" anche le vetrine e gli sporti inattivi. Cominciando da tenerli costantemente puliti.   



















Posta un commento