venerdì 27 marzo 2015

EPPUR SI MUOVE!!


Negli ultimi giorni due provvedimenti del governo cittadino pratese sono intervenuti a romperne l'immobilità!! E non si tratta di annunci più o meno mirabolanti di cose che si faranno. E questa volta non si tratta di un aumento delle tasse. Ci riferiamo all'avvenuta costituzione del tavolo dei sindaci dell'hinterland fiorentino per il controllo ambientale dell'impatto che avrà (o non avrà..non avrà...non avrà!!) la nuova pista di Peretola. Ed al definitivo sgombero dell'area di Viale Marconi sulla quale insisteva, da anni, un povero ed abusivo insediamento di cittadini rom.
Con il primo il sindaco Matteo Biffoni dà gambe al documento approvato a gennaio dal Consiglio Comunale richiedente un controllo sulla valutazione d'impatto ambientale della progettata nuova pista aeroportuale fiorentina tramite una valutazione compiuta da un ente terzo. Certo non è esattamente quanto, assai demagogicamente ancorchè unanimemente, era stato richiesto. Tuttavia, checchè ne dicano gli oppositori, è il massimo che in questo momento era possibile attendersi dalle amministrazioni comunali delle province pratese e fiorentina.
Già aver messo allo stesso tavolo come firmatari del documento sindaci che non la pensavano esattamente allo stesso modo sullo sviluppo di Peretola è da considerare un successo. Questo può essere un ottimo strumento per verificare (e far verificare a tecnici di propria fiducia) quanto svilupperà l'unico tavolo davvero competente: quello che deve procedere alla VIA ministeriale.
L'altra strada, oltre ad essere finanziariamente improponibile, non poteva condurre da nessuna parte. Certo non avrebbe avuto alcun potere di contraddire e/o contrastare le indagini ambientali e quelle di compatibilità condotte dal soggetto legittimato.
Col secondo "fatto" s'è finalmente resa utilizzabile in maniera più opportuna e consona l'area verde prospiciente il campo sinti autorizzato. In quel contesto nessuno aveva davvero avuto il coraggio di mettere le mani. Nè la precedente giunta di centrodestra (pur zeppa di sceriffi alla "solo chiacchiere e distintivo") e nemmeno le antecedenti giunte di sinistra. Occorre dunque rendere merito a Simone Faggi ed a questa Giunta d'aver voluto concretizzare una promessa elettorale. Sarebbe stata un'operazione da considerare riuscita perfettamente se la coda del diavolo non fosse intervenuta alla fine. Con un comunicato stampa dell'amministrazione che cade, banalmente, in accenni assai forti di pregiudizi razzistici. Quella dei rom arrivati in Viale Marconi "prevalentemente per delinquere" poteva esserci risparmiata.

P.S. 1 - Nel frattempo è arrivata alla conclusione l'indagine di compatibilità ambientale della società Ambiente s.c. per Peretola. Che, com'era prevedibile, documenta come la nuova pista di 2400 metri non solo è compatibile con le aree abitate della Piana ma è destinata a migliorare l'impatto degli aerei su tutti i territori interessati!;

P.S. 2 - Le osservazioni critiche che l'Autorità per l'anticorruzione hanno mosso all'iter progettuale del viadotto del Soccorso confermano, una volta di più, quanta opacità ci sia in Italia per tutte le opere pubbliche, grandi e piccole. Anche per il viadotto i furbetti degli incarichi diretti alle imprese amiche hanno voluto porre il loro marchio. E, imperterriti, continuano a farlo. La stessa società scelta "al buio" per l'analisi dell'impatto ambientale del viadotto è stata nuovamente privilegiata per condurre la medesima analisi per il prossimo ampiamento dell'Interporto di Gonfienti. Come ha scoperto l'amico Jonathan Targetti (http://www.ilbubbone.it/esclusiva-viadotto-del-soccorso-interporto-la-societa-iride-e-la-giunta-cenni-ce-qualcosa-che-non-torna/)
Posta un commento