venerdì 17 aprile 2015

ALLORA (ALLORA?)


Forse l'avete notato anche voi. D'altra parte ormai è virale. Ci riferiamo alla bruttissima abitudine ormai invalsa in quasi tutti gli ambienti di iniziare e/o inframmezzare un discorso, un intervento, una narrazione, una risposta con tutta una serie di "Allora"!!
Dai conduttori televisivi, ai comici, all'ultimo politico nell'ultimo talk show, agli assessori e consiglieri comunali nessuno si salva più. Tutti iniziano e/o infarciscono le loro chiacchiere con un "Allora".
Che sia avverbio, congiuntivo, aggettivo poco cambia. Ogni intervento non pare serio se non comincia con il fatidico "Allora". Così anche nelle conversazioni da bar o nelle ciacole tra amici.
E' un'invasione inarrestabile di "allora". Allora e allora e allora e allora......
Pare che l'abitudine (cattiva abitudine..) sia stata introdotta dalla direttrice del TG3 Bianca Berlinguer. Fu lei, secondo i "ricercatori" del linguaggio, ad iniziare la conduzione del telegiornale "de sinistra" con sempre più reiterati "allora" come incipit di qualsiasi servizio o collegamento.
La berlinguerite (o l'allorite, fate voi..) si è poi diffusa a macchia d'olio prima negli altri telegiornali e poi sempre più copiosa nella società politica e nella società "civile".
Viene dunque spontaneamente alla memoria la famosa scena dell'intervista a bordo piscina di "Palombella Rossa". Con Michele Apicella (Nanni Moretti) che grida alla sfortunata giornalista.....
"Come parla...come parlaaaaaaaaaaa.....le parole sono importanti.."
Allora, allora, allora......Allora??
Posta un commento