lunedì 1 giugno 2015

SUPER ASTENSIONE!!


Certamente l'avevamo prevista ed anche auspicata! Ma che l'ondata di astensione al voto arrivasse a Prato (e provincia) ad oltre il 54% degli aventi diritto è risultato straordinario. E' la delegittimazione completa del regime partitico che governa la nostra regione da 45 anni! Per chi suona questa campana? Per tutti. Vincitori e vinti. Per 5 anni avremo un consiglio regionale che rappresenterà una minoranza assoluta degli elettori. Impossibile che la politica non ci faccia i conti.
Ha rivinto Enrico Rossi. Ma con cifre e percentuali in discesa libera rispetto a 5 anni fa. Ha rivinto il PD. Ma anche in questo caso arretrando in voti assoluti ed in percentuali. Sicuramente ha perso Forza Italia. Che non avrà eletti in consiglio regionale non avendo superato la soglia di sbarramento del 10%. I voti che le mancano s'addensano sulla Lega Nord e su Fratelli d'Italia il cui candidato sopravanza anche quello del M5S. I grillini vedono nuovamente frustrate le proprie speranze di diventare almeno la seconda forza regionale. Viene spazzato letteralmente via dalla politica il candidato Lamioni. La sua "Passione" non riesce a centrare nemmeno l'obbiettivo minimo del 5% fermandosi a meno della metà di quanto sarebbe servito per superare lo sbarramento. Roberto Cenni appare ormai come un Re Mida alla rovescia. Tutto quello che tocca si trasforma in cacca!!
Si ferma al 6%, largamente sotto le aspettative, il risultato di Tommaso Fattori, candidato dell'estrema sinistra toscana. 
I risultati pratesi. Vince Rossi ma con una percentuale inferiore di 5 punti a quella regionale, che denotano una caduta libera dei consensi al PD. Che perde, in un solo anno, almeno il 13%. Con questi numeri i democrats pratesi dovranno scordarsi di ottenere un proprio rappresentante nella Giunta regionale.
Non buono neppure il risultato ottenuto dalla componente renziana del partito. Il candidato di riferimento, capolista e sostenuto da tutti i leaders locali, Nicola Ciolini, sopravanza, ma non di molto, l'outsider Ilaria Bugetti.
Tra i candidati pratesi degli altri schieramenti bene Aldo Milone e Patrizia Ovattoni che beneficiano del pieno di voti di Lega Nord e FdI. Supera, ma inutilmente, le 2200 preferenze anche Giorgio Silli.
  
Posta un commento