mercoledì 14 dicembre 2016

ATMOSFERA NATALIZIA



Dev'essere un genio del male chi soprintende all'arredo urbano nel Centro Storico. O, quantomeno, una/o che tiene in gran dispitto tutti i cittadini pratesi. Trattati, spesso, come dei pezzenti ai quali si possono rifilare le porcherie più immonde. A cominciare da quelle orribili e scomode "panchine" (in vetroresina?) bianco Isabella che fanno brutta mostra di sè nella Piazza del Comune, il salotto "buono" della città, rompendone la sobria unità cromatica. Perchè non ci fate un favore. Rimuovetele. Sostituitele. Non dovrebbe trattarsi di una spesa insostenibile per le casse comunali.
Per nostra fortuna quest'anno ci è stata risparmiata la "pancaleide" o la "scultura" discarica degli anni scorsi. In compenso gli addobbi natalizi 2016 e le iniziative collaterali non lasceranno memoria alcuna. A parte gli alberucci (illuminatissimi di notte, però) di Natale nelle piazze del Duomo e del Comune, qualche festone "rinascimentale" per le strade, l'atmosfera natalizia è improntata al più bieco risparmio. Qualche lucetta intorno al Palazzo Comunale e via, andare. 
Stesso livello del cosiddetto "mercatino di Natale" con sporadici stand-casetta che vendono dalle magliette della salute ai torroni a contendersi lo spazio del Duomo.
Nel frattempo anche la classifica del Sole24ore (dopo quella di Italia Oggi) certifica un calo di 11 posizioni della nostra città rispetto al 2015! Con la ciliegina sulla torta che nel livello d'istruzione della popolazione Prato rimane una delle ultime città d'Italia! Depressione si aggiunge a depressione, tristezza a tristezza. A pensare che in campagna elettorale c'era stata promessa un'altra storia ed una città europea vengono le lacrime agli occhi!! Prato città depressa e triste!
Posta un commento