venerdì 27 gennaio 2017

COMMERCIO


L'Esselunga di Viale Galilei è stata aperta da poche settimane. Da qualche giorno sono stati demoliti gli edifici del vecchio supermarket. Adesso l'enorme nuovo superstore troneggia solitario tra il Campo di Rugby e gli Abatoni. Il tutto portato a termine con caprottiana efficienza. Che provvederà anche a rendere più agevole per i veicoli il transito su quel tratto di viale.
A qualche centinaio di metri di distanza sopravvive, ma ancora per non molto, il supermercato Superal in Via Targetti. Destinato, però, a scomparire per lasciare il posto, insieme ad altri grandi negozi della stessa strada, ad una nuova impresa commerciale. Il tutto è compreso nel  progetto che la proprietà di quell'area (Balli) ha presentato all'amministrazione comunale. 
Questa nuova operazione, a poche centinaia di metri dal Centro Storico, ha messo in allarme i commercianti del centro città. Che hanno manifestato al Comune la loro ennesima preoccupazione sul fatto che tale progetto andrà a restringere ancora di più il perimetro della loro clientela potenziale. 
Ma, naturalmente, le proteste dei commercianti resteranno lettera morta. Come in passato niente può fermare la tendenza che favorisce l'estendersi della grande distribuzione. 
Cosicchè è prevedibile che altre piccole botteghe centrali ci lasceranno le penne, andando ad aumentare la serie infinita di vetrine vuote e serrande abbassate che già adesso caratterizzano gran parte delle strade centrali.
Senza che l'amministrazione comunale abbia pensato a qualche provvedimento capace, se non di invertire la tendenza, almeno di bloccarla. 
Posta un commento