sabato 18 febbraio 2017

CICOGNE


Finalmente una notizia positiva, buona e gentile. Non tanto per il graditissimo ritorno della coppia di cicogne al Calice. Quanto per il fatto che gli uomini, in questo caso operai dell'Enel, si son dati daffare per rendere sicuro e piacevole il soggiorno dei grandi uccelli nel loro nido d'amore in cima al traliccio dell'alta tensione.
Mi direte che è stata una buona mossa dell'azienda elettrica per ricavarsi pubblicità con poco sforzo. E tuttavia, anche se così fosse, resta il fatto che gli uomini, stavolta e per una volta, si son comportati degnamente nei confronti dei loro fratelli animali.  
Le cicogne, d'altro canto, stanno assai bene nella fantasia degli uomini. Portano o non portano i bambini!! C'è un servizio più bello di questo? Nel loro continuo girovagare di culla in culla le cicogne accumulano migliaia e migliaia di kilometri. Dagli altopiani anatolici della Turchia, alle pianure mitologiche della Grecia ai piedi delle Meteore, dalle savane verdeggianti dell'Africa, alle steppe innevate della Russia, questi uccelli sono in perenne movimento. Però gli basta anche poco per fermarsi. Un comignolo, un albero, un palo della luce, un traliccio dell'alta tensione e la casa è trovata e/o ritrovata. Intrecciando sapientemente rametti e ramoscelli si costruiscono il loro solido nido. Che accoglie la coppia e poi la numerosa prole.
E mostrarsi così alla nostra magnifica meraviglia. Bentornate cicogne!!

Posta un commento