martedì 21 marzo 2017

EFFETTO PRATO


Non crediate che i tempi non siano ancora maturi. E che di acqua sotto i ponti ne debba passare ancora parecchia. In realtà per chi vuole partecipare il momento è adesso. E' da ora che si deve cominciare a programmare una presenza. Che non voglia essere di pura testimonianza. Stiamo parlando, naturalmente, delle prossime elezioni amministrative del 2019. Che si preannunciano assai incerte e per questo molto ma molto interessanti. La caduta di consensi che riguarda l'attuale sindaco Matteo Biffoni è probabile che si accentuerà via via che ci avvicineremo alla scadenza elettorale. Così tanto che la sua nuova ripresentazione come uscente non sarà di per sè fattore decisivo dello scontro. D'altronde già oggi Biffoni rimane sotto, di molto, il livello di consensi raggiunto nel 2014. E tutto fa pensare che un altro anno e mezzo di immobile amministrazione non farà che peggiorare la sua performance. Aprendo vaste praterie ai consensi in cerca di un'alternativa alla sua sindacatura. 
Tuttavia i partiti tradizionali dell'opposizione non paiono essere capaci di diventare elementi necessari ed indispensabili per la vittoria. Troppo schiacciati sui loro confratelli nazionali, troppo identificabili con esperienze perdenti in partenza. Neppure una loro lista unitaria potrebbe riparare ai danni d'immagine che in questi anni li hanno duramente colpiti. Eppure nel 2019 c'è la concreta possibilità di strappare il Comune di Prato a questa sinistra stanca e in disfacimento.
Sono tanti i segnali in questo senso che vengono dalla società. Sono tante le contraddizioni che si sono aperte anche nell'apparentemente immutabile sinistra. La recente scissione avvenuta nel Partito Democratico è lì a dimostrare che non ci sono più tabù insuperabili.   
Anche gli altri partiti tradizionali non se la passano bene. A parte il Movimento di Grillo sono tutti più o meno alla ricerca di una posizione e di un ruolo politico. Che per il momento non trovano affatto. 
E' partendo da questo abbozzo di analisi politica che un gruppo di cittadini ben determinato e deciso sta pensando di presentarsi alle prossime amministrative con una lista civica. Un listone, anzi, che raccolga al proprio interno tutti quelli che hanno giudicato criticamente l'esperienza biffoniana. E' pronto anche il nome della lista. Si chiamerà "Effetto Prato". In questi giorni alcuni esperti sono al lavoro per sceglierne anche il simbolo. Nomi? Siamo stati caldamente pregati di non farne. Perchè comunque sarebbe arrivata una netta smentita. Ma i nomi sembrano esserci. Ed anche di personaggi importanti e noti in città. Non resta che attendere il maturare delle cose!
Posta un commento