venerdì 19 maggio 2017

BELLO FIGO

Foto: Tirreno

Ha suscitato e susciterà una vasta reazione, almeno sui socials, il concerto che tale Bello Figo (anzi Bello Figo Swag..) terrà in Piazza delle Carceri il prossimo 9 di giugno. Il concerto è gratuito perchè le spese sono state coperte da Mr. Diego Blasi, patron del Bar (letterario..sic!!) Bacchino, organizzatore dell'evento (si fa per dire....).
Questo Bello Figo ad ogni evidenza non è un cantante, non è un rapper, non è un attore, non è un dicitore.... E non è, a ben guardare, neppure un "bello figo"! E' solo un personaggetto creato dal web! Dove si muove con forza leonina accompagnato da un marketing notevolissimo. Che lo ha trasformato da sfigato pischello di periferia in social case dell'anno.
Non c'è voluto molto, a dire la verità. Qualche provocazione (piccola piccola..), qualche testo impertinente, qualche ammiccamento sessuale, qualche reazione ed ecco fatto!!
Così com'è venuto fuori questo Bello Figo è destinato a rientrare nel dimenticatoio in brevissimo tempo. Giacchè non in possesso di alcuna qualità che meriti di essere sottolineata e valorizzata.
Solo un malinteso antirazzismo di facciata, in una sinistra orfana di altri e più performanti valori, hanno permesso a Bello Figo di crearsi una propria nicchia d'ammiratori.
Tempi duri ed oscuri (al di là del colore della pelle...) quelli che viviamo (e che vive specialmente l'uomo/donna sinistroide..).
Adesso, e in non spasmodica attesa del 9 di giugno, Bello Figo s'avvia ad essere testimonial di una banale operazione commerciale. "Non faccio operaio" grida l'omino! Davvero non granchè di sinistra. Davvero cosa non granchè figa!   
   
Posta un commento