martedì 6 giugno 2017

BUONA STELLA

Foto: Notizie di Prato

Un Record di cui avremmo volentieri fatto a meno.
Secondo una recente indagine del Sole24ore Prato è la città italiana in cui la crisi s'è fatta più sentire.
Il quotidiano di Confindustria calcola che il reddito medio annuo cittadino (2015) sia di  euro 20.188, a fronte di un reddito medio nazionale che si attesta su euro 20.798. Dal 2007 al 2015 il reddito medio di Prato (provincia) è calato del 6,22%!! Quello italiano, per comprendere di che cifra stiamo parlando, è calato dell'1,32%. La città, dunque, avrebbe lasciato sul terreno quasi cinque volte quello che ha lasciato l'intera Italia! Una crisi profondissima pertanto. Che si farà sentire ancora negli anni a venire.
Ed i risultati sono largamente visibili. La città è ormai un vasto cimitero di negozi e botteghe sprangate. Fondi che difficilmente negli anni prossimi rivedranno la luce. Complice anche la grande e grandissima distribuzione le botteghe di prossimità sono quasi tutte destinate a tirar giù i propri bandoni. Per non rialzarli mia più!
Almeno questa è l'esperienza che è stata già fatta in altre città colpite dalla crisi economica. 
In città la gravità della crisi è doppia: stiamo scontando il fatto che nel recente passato Prato s'era arricchita grazie soprattutto alla monocoltura tessile. Difficile, adesso, individuare nuovi spezzoni d'economia da sviluppare ed implementare anche con politiche guidate dall'alto. In Europa queste situazioni di decrescita infelice hanno avuto esiti differenti. Alcune città le hanno superate scommettendo molto, ad esempio, sulla cultura. Che è uno schema però difficilmente riproponibile a Prato.
Occorrerebbe individuare altre strade. E ci sarebbe anche bisogno di un Comune in grado di indicare qualche percorso virtuoso. E' di tutta evidenza, però, che il nostro attuale governo cittadino non è in grado di svolgere questo ruolo! E non si vede neanche nella società civile chi possa assumersene la guida. Non resta, pertanto, che confidare nella buona stella dei pratesi. Chissà che quello che non è possibile raggiungere con le varie governances non sia raggiungibile con l'aiuto della fortuna.
Posta un commento